Cinque tendenze per l'efficienza energetica nel 2017

24 January 2017 da Jürgen Ritzek
Cinque tendenze per l'efficienza energetica nel 2017

L'efficienza energetica più efficace dal punto di vista dei costi è arrivata dagli stati in cui è stata data alle utility la flessibilità di amministrare i programmi. Sfruttare la tecnologia e i dati AMI ha aperto nuove opportunità per i dati sull'uso dell'energia. I progressi sia nella tecnologia che nell'automazione stanno portando nuovi attori nello spazio dell'efficienza energetica e nuovi concorrenti nella domotica. Se queste tendenze continueranno nei prossimi anni, l'efficienza energetica crescerà e servirà i clienti, i venditori e i servizi pubblici anche in futuro. Poiché gli impianti di generazione vengono ritirati e sostituiti da fonti rinnovabili con un profilo di generazione molto diverso, la capacità sta diventando un problema. Alcune utilities si stanno sforzando di ottenere più risparmi dal non-illuminazione

le tecnologie di illuminazione stanno diventando più complesse per valutare i risparmi rispetto al conteggio dei widget, ma possono aumentare i risparmi quando le misure più semplici non sono sufficienti. Per alcune utilities, questo sta cominciando a cambiare, a causa delle tendenze che ho discusso sopra. Prima di venire a DNV GL, Steve Baab è stato il portfolio manager di ComEd CandI dove ha guidato il programma Smart Ideas dal 2008.


Contenuti correlati   #fusioni  #energie rinnovabili  #fusioni di settore 


(da Steve Baab, DNV GL)

Penso che tutti saranno d'accordo sul fatto che il 2016 è stato un anno pieno di sorprese e molte persone non vedono l'ora di lasciarselo alle spalle. Tuttavia, il 2016 è stato un buon anno per l'efficienza energetica. Ci sono state importanti iniziative legislative, fusioni di settore e molti stati che hanno "raddoppiato" l'efficienza energetica per soddisfare le loro esigenze energetiche. Mentre iniziamo un nuovo anno, ho catturato le principali tendenze nell'efficienza energetica che vedo per il 2017.

I servizi di pubblica utilità abbracciano l'EE per un lungo periodo

Le utility in California, New York, Michigan e Illinois si sono tutte impegnate a finanziare maggiormente l'efficienza energetica nei prossimi 3-5 anni e saranno in grado di guadagnare più ricompense finanziarie sulla base di risultati positivi. L'Oregon e il Rhode Island si sono impegnati ad aumentare significativamente i loro Renewable Portfolio Standards (RPS) nei prossimi 15-20 anni.I finanziamenti e i finanziamenti per i progetti di efficienza energetica hanno anche guadagnato trazione grazie alle leggi approvate in California, Maine, Nebraska, New Mexico, Oklahoma, Oregon, South Dakota, Utah e Virginia. Con le utility che hanno una visione a lungo termine dell'efficienza energetica, molte stanno ora cercando di integrare i programmi nelle operazioni di base delle utility e migliorare la soddisfazione del cliente.

Aumento del controllo normativo

Con più stati che iniziano a seguire l'esempio della California per l'aumento dei finanziamenti per l'efficienza energetica, le commissioni statali stanno iniziando ad assumere un ruolo più attivo nella supervisione dell'amministrazione dei fondi. Mentre è difficile discutere con una maggiore supervisione per importi più elevati di finanziamento, l'efficienza energetica più efficace in termini di costi proviene dagli stati in cui alle utility è stata data la flessibilità di amministrare i programmi. Le utility che hanno flessibilità nella gestione dei programmi possono rispondere prontamente alle esigenze sia dei clienti che del mercato.

Passare dai widget a misure più complesse

Sono finiti i giorni in cui le CFL costituivano la maggior parte dei risparmi all'interno di un portafoglio di efficienza energetica. Anche se l'illuminazione è ancora un ottimo modo per ottenere risparmi, è diventata molto più complessa. Con i LED, i nuovi design degli apparecchi e i sistemi di controllo, determinare i risparmi sull'illuminazione richiede più sforzo per calcolare la semplice sottrazione dei watt e la stima delle ore di funzionamento. Oltre all'illuminazione, molte aziende si stanno sforzando di ottenere più risparmi dalle tecnologie non di illuminazione.Alcune delle misure più popolari per i clienti residenziali sono i termostati WiFi e i programmi comportamentali, mentre per i clienti aziendali, i variatori di velocità, i sistemi di gestione dell'energia e i miglioramenti dei processi stanno guadagnando terreno. Questi tipi di misure sono molto più complessi per valutare i risparmi rispetto al conteggio dei "widget", ma possono aumentare i risparmi quando misure più semplici non sono sufficienti.

Sfruttare la tecnologia e i dati AMI

L'Advanced Metering Infrastructure (AMI) ha aperto nuove opportunità per i dati sull'uso dell'energia, e sembra esserci qualche promessa di sfruttare questi dati nella valutazione. Inoltre, la domotica e l' internet delle cose (IoT) offrono risparmi potenziali che non erano raggiungibili solo cinque anni fa. I progressi sia nella tecnologia che nell'automazione stanno portando nuovi attori nello spazio dell'efficienza energetica e nuovi concorrenti alla domotica. L'unica incognita è quanto velocemente i clienti adotteranno queste nuove tecnologie.

Integrazione del DSM per combinare LR e EE

Quando si parla di risparmio energetico con i clienti delle utility, si mescolano le discussioni sulla riduzione dei picchi di carico (risposta al carico - curtailment) con i retrofit di illuminazione (efficienza energetica - EE). Quando si parla con un'utility di risposta al carico ed EE, in genere è necessario parlare con due dipartimenti separati. Ma, per alcune utility, questo sta cominciando a cambiare, a causa delle tendenze di cui ho parlato sopra.Man mano che gli impianti di generazione vengono ritirati e sostituiti da fonti rinnovabili con un profilo di generazione molto diverso, la capacità sta diventando un problema e le utility stanno cercando di risolvere questi problemi attraverso l'EE. Questo sta già accadendo a New York, dove diversi programmi EE sono stati lanciati per affrontare le carenze di capacità in luoghi specifici.

Se queste tendenze continueranno nei prossimi anni, l'efficienza energetica crescerà e servirà ai clienti, ai fornitori e alle utility per il futuro.

Steve Baab: Steve lavora presso DNV GL come Service Line Leader per lo sviluppo e l'implementazione dei programmi. Steve lavora per portare le migliori pratiche e le idee di programmi innovativi ai clienti di DNV GL. Prima di arrivare a DNV GL, Steve è stato il portfolio manager di ComEd C&I dove ha guidato il programma Smart Ideas dal lancio iniziale nel 2008 a un programma che offre un ampio spettro di soluzioni ai clienti sia nei sistemi energetici che nei segmenti di mercato.

Originariamente pubblicato qui