Dati personali - Città intelligenti: Come le città possono utilizzare i dati personali dei loro cittadini per aiutarli a diventare neutrali dal punto di vista climatico

14 November 2022 da Jürgen Ritzek
Dati personali - Città intelligenti: Come le città possono utilizzare i dati personali dei loro cittadini per aiutarli a diventare neutrali dal punto di vista climatico

L'iniziativa Smart Cities Marketplace, Citizens Control of Personal Data (Controllo dei dati personali da parte dei cittadini) lancerà un libro presso lo stand della CE allo Smart City Expo World Congress di Barcellona il 15 novembre. Il libro è curato dai rappresentanti di tre organizzazioni, Major Cities of Europe, Open and Agile Smart Cities e il progetto DataVaults. Affronterà alcuni dei problemi che una città intelligente deve superare per utilizzare i dati attualmente disponibili e come questi possano essere migliorati utilizzando le tecnologie emergenti. I casi di studio delle migliori pratiche esistenti nell'uso dei dati sono integrati da esempi di integrazione dei dati personali dei cittadini. Ciò consentirà di sviluppare servizi migliori e di creare nuovi potenziali flussi di reddito. Questo può far emergere nuovi modelli di business e opportunità di investimento. Per concludere, si analizzeranno le nuove tecnologie che emergeranno nei prossimi anni, per aiutare le città con obiettivi di neutralità di carbonio ad avere maggiori possibilità di successo.


Documenti correlati


Contenuti correlati   #piattaforme di dati  #città intelligenti  #economia dei dati 


L'iniziativa Smart Cities MarketPlace "Citizen's Control of Personal Data" lancerà un libro presso lo stand della CE allo Smart City Expo World Congress di Barcellona il15 novembre.

 

Il libro, intitolato"Personal Data-Smart Cities: How Cities Can Utilise Their Citizen's Personal Data to Help They Become Climate Neutral" (River Publishers) sarà disponibile anche online ad accesso libero. Raccoglierà tutte le lezioni apprese dall'iniziativa dal suo lancio nel 2021.

Il libro è curato dai rappresentanti di tre organizzazioni: "Major Cities of Europe", Open and Agile Smart Cities" e il progetto DataVaults.

Il libro si propone di affrontare alcune delle questioni che una città intelligente deve superare per utilizzare i dati attualmente disponibili e come questi possano essere migliorati utilizzando le tecnologie emergenti che consentono ai cittadini di condividere i propri dati personali, aggiungendo valore.

Fornisce risposte a coloro che, all'interno di una smart city, consigliano i loro sindaci o leader sull'introduzione di nuove tecnologie. Tratteremo l'argomento in modo da consentire a diversi funzionari pubblici di comprendere la situazione dal proprio punto di vista, siano essi avvocati, finanzieri, fornitori di servizi, responsabili delle strutture di governance, politici, ecc.

 

Stiamo contribuendo al nuovo modello di economia europea dei dati, che riflette i valori europei. I casi di studio delle migliori pratiche esistenti nell'uso dei dati sono integrati da esempi di integrazione dei dati personali dei cittadini, per consentire lo sviluppo di servizi migliori e la creazione di nuovi potenziali flussi di reddito. Ciò consentirà di far emergere nuovi modelli di business e opportunità di investimento.

 

Affronteremo il tema di come attribuire un valore ai dati e concluderemo con un'analisi delle nuove tecnologie che emergeranno nei prossimi anni, per aiutare le città con obiettivi di neutralità di carbonio ad avere maggiori possibilità di successo.

Si sostiene che aggiungendo i dati personali dei cittadini, sotto il loro controllo, all'uso attuale e in via di sviluppo dei dati in una città intelligente, si può dare un contributo importante alla realizzazione dell'ambizione di molte città europee di diventare carbon-neutral entro il 2030. Inoltre, contribuire a costruire un meccanismo per replicare le lezioni che verranno apprese man mano che le città utilizzeranno i dati personali e progrediranno verso il raggiungimento dei loro obiettivi ambientali e di smart city. Tenendo conto di come i costi possano essere trasformati in entrate.

 

Questo meccanismo prevede che un gruppo di città si riunisca per condividere le soluzioni sviluppate da una serie di progetti finanziati da Horizon. Il libro contiene i contributi di molti di questi progetti, tra cui: Kraken, Safe-DEED, Ruggedised, Replicate, InteropHRate, DUET, EUHubs4Data, DataPorts, PIMCity, SMashHit, PolicyCloud, i3Market, Auroral, IRIS, SmartenCity e DataVaults.

 

Contenuti:

Introduzione

  1. Pericolo sulla strada dell'utopia - Opportunità e rischi dell'inserimento dei dati personali nell'ecosistema delle Smart City
  2. I principali progetti alla base di questo lavoro
  3. Best Practice nell'uso generale dei dati in una città.
  4. Casi di studio sull'uso dei dati personali in una città intelligente.
  5. L'economia locale dei dati
  6. Componenti tecniche
  7. Interoperabilità e meccanismi minimi di interoperabilità
  8. I dati sanitari in una città intelligente
  9. Gestione dei dati personali e MIM4
  10. Standard per i cittadini
  11. Modelli di business
  12. Piattaforme di finanziamento della città (digitale)(fornite da EEIP, vedi capitolo 12 allegato)
  13. La governance dei dati personali per l'interesse pubblico: Spunti di ricerca e raccomandazioni
  14. La valutazione dei dati e le sue applicazioni per le città intelligenti
  15. Tutto è conforme ai principi legali, etici e di protezione dei dati?
  16. Città intelligenti guidate dai dati e inclusive per i cittadini: Approcci top-down e bottom-up per affrontare le sfide sociali e climatiche.
  17. E poi?