Il nuovo design del Renewable Energy Support Scheme (RESS) dell'Irlanda

01 November 2018
Il nuovo design del Renewable Energy Support Scheme (RESS) dell'Irlanda

Il governo della Repubblica d'Irlanda ha approvato il progetto del nuovo Renewable Electricity Support Scheme (RESS)

Il nuovo RESS consisterà in una serie di aste regolari programmate ad intervalli frequenti. La capacità rinnovabile che sarà messa all'asta sarà definita in termini di GWhrs e non di MW installati. Nel documento di progettazione del RESS viene fornita una potenziale tabella di marcia che delinea la frequenza e la composizione delle potenziali aste future. Punti chiave di nota per gli sviluppatori di energie rinnovabili è un fondo obbligatorio per i benefici comunitari di €2/MWhr per tutti i progetti RESS supportati. Non ci sarà un livello minimo di investimento comunitario richiesto

investimento richiesto, e nessuna sanzione per i progetti che non riescono ad attrarre investimenti comunitari, a condizione che le offerte siano state fatte in un'offerta. L'inclusione di questa potenziale tabella di marcia aiuterà gli sviluppatori a iniziare a pianificare immediatamente le loro strategie di offerta. Per l'eolico offshore, i problemi in corso con il design paper discutono la possibilità di qualsiasi potenziale processo di gara per tenere conto del design. per i progetti.


Contenuti correlati   #aste regolari  #irlanda  #design d'asta 


Pubblicato per la prima volta qui.

Cosa significa per l'industria delle rinnovabili in Irlanda?

Martedì 24 luglio, il governo della Repubblica d'Irlanda ha approvato il progetto del nuovo Renewable Electricity Support Scheme (RESS). Questadecisione a lungo attesaha fornito un po' di chiarezza sulla portata dell'ambizione del governo e sul potenziale futuro assetto dell'industria irlandese delle rinnovabili fino al 2030.

Disegno dell'asta

Il nuovo RESS consisterà in una serie di aste regolari programmate ad intervalli frequenti. La capacità rinnovabile messa all'asta sarà definita in termini di GWhrs e non di MW installati. Il governo ha stimato che circa 11-12 TWhrs di generazione aggiuntiva (4.500 MW di equivalente eolico onshore) saranno necessari per soddisfare l'obiettivo del 2030 di elettricità da fonti rinnovabili (RES-E) del 55%.

È importante notare che nel documento di progettazione RESS viene fornita una potenziale tabella di marcia che delinea la frequenza e la composizione delle future aste potenziali.

L'inclusione di questa potenziale tabella di marcia aiuterà gli sviluppatori di progetti eolici onshore, solari e offshore a iniziare a pianificare immediatamente le loro strategie di offerta in RESS.

La partecipazione di una specifica tecnologia sarà soggetta a un'analisi del "viability gap" di tre anni prima di ogni asta, per garantire che le tecnologie che non richiedono più un sussidio non siano ammissibili. Inoltre, solo le tecnologie con gap di redditività che si sovrappongono saranno autorizzate a partecipare ad ogni asta. Un Administrative Strike Price o un prezzo massimo di offerta sarà probabilmente fissato per ogni tecnologia.

L'obiettivo dichiarato del progetto RESS è quello di avere aste neutrali dal punto di vista tecnologico. Tuttavia, l'uso di potenziali leve di intervento mirate per raggiungere obiettivi politici specifici per ogni tornata d'asta è menzionato nel documento. Alcune delle leve notevoli specificate sono:

Le date di consegna previste

Il target di consegna si riferisce alle date entro le quali un progetto di generazione rinnovabile che richiede supporto deve essere connesso ed alimentato. I progetti che non riusciranno a rispettare le date di consegna perderanno le loro obbligazioni e potrebbero essere esclusi dalle aste future. Le date di consegna previste sono attualmente utilizzate nelle prime due aste, RESS 1 e 2.

Il requisito per tutti i progetti che partecipano a RESS 1 di essere connessi e alimentati entro la fine del 2020 dovrebbe aprire quest'asta al solare anche se attualmente ha un LCOE più alto dell'eolico onshore. Questo perché la tecnologia può essere installata rapidamente (in pochi mesi) e alcuni progetti eolici onshore potrebbero lottare per raggiungere questa data di consegna o trovare finanziatori a proprio agio con la scadenza ravvicinata. Un'influenza chiave per l'offerta di progetti sarà la definizione di "progetti connessi ed energizzati". È definito come un intero impianto online o solo una parte? La considerazione di come i ritardi nella connessione alla rete (senza colpa da parte dello sviluppatore) possano avere un impatto sulla data di consegna dovrebbe essere considerata nel set di regole dettagliate.

Porre un limite a una singola tecnologia all'interno di un'asta

Limitare la quantità di capacità che una tecnologia può vincere in un'asta consentirebbe di assegnare la capacità rimanente ad altre tecnologie sulla base del prezzo, dove i prezzi sono fissati per essere entro un certo intervallo, ad esempio il 15% del prezzo di compensazione (della singola tecnologia). Questa leva è attualmente proposta in RESS 2 e forse in altre aste, indicando il desiderio del governo di espandere la diversità della base tecnologica rinnovabile.

L'inclusione di questo limite nell'asta RESS 2 fornirà probabilmente un'ulteriore opportunità per il solare di competere con l'eolico onshore. Per l'eolico offshore, i problemi in corso con l'autorizzazione, le licenze e la connessione alla rete, e le date anticipate di asta e consegna, rispettivamente nel 2020 e nel 2022, possono limitare la capacità della maggior parte dei progetti offshore di partecipare all'asta RESS 2. È probabile che l'opportunità più realistica per l'eolico offshore di partecipare in modo significativo sarà nel RESS 3.

Altre leve menzionate sono neutrali dal punto di vista tecnologico ma con un LCOE migliorato. Questo darebbe la priorità ai progetti rinnovabili, come la biomassa e possibilmente i progetti di stoccaggio solare/batteria, che sono in grado di distribuire su richiesta alla rete. I dettagli delle regole di un tale livello dovrebbero essere sviluppati più a fondo per aiutare a capire le specifiche di come funzionerebbe e le opportunità per queste tecnologie specifiche. Tuttavia, è probabile che questo avrà un impatto solo su una piccola parte dei progetti rinnovabili.

È importante che il documento di progettazione discuta la possibilità di variare la durata del sostegno per tecnologia. Qualsiasi mossa del genere avrebbe un impatto sull'economia dei progetti che presentano offerte e dovrebbe essere considerata attentamente nel processo d'asta. Gli sviluppatori e i finanziatori vorrebbero sapere della possibilità di una tale variazione molto prima di qualsiasi processo di gara per tener conto del suo impatto.

Aspetto comunitario

Una considerazione importante per il governo quando ha progettato il RESS è stata l'inclusione delle comunità nel progetto. I punti chiave da notare per gli sviluppatori di energie rinnovabili sono un fondo obbligatorio di beneficio per la comunità di €2/MWhr per tutti i progetti sostenuti dal RESS. I progetti sono anche obbligati a fornire opportunità alle comunità entro 10 km di investire in tutti i progetti RESS, con una preferenza per quelle entro 5 km. Non ci sarà un livello minimo di investimento comunitario richiesto, e nessuna penalità per i progetti che non riescono ad attrarre investimenti comunitari, a condizione che le offerte siano state fatte in modo equo e trasparente.

C'è un impegno per assicurare che nessun progetto sia penalizzato a causa del livello di investimento che viene preso, ma i dettagli di come questo viene attuato dovranno essere elaborati. Dal momento che schemi simili operano in paesi come la Danimarca e la Francia, questo non dovrebbe essere un enorme onere amministrativo. Tuttavia, i dettagli dello schema dovrebbero essere confermati presto per permettere ai progetti di impegnarsi significativamente con le comunità su tali opportunità di investimento prima del RESS 1 senza che sembri un esercizio di spunta.

Connessione alla rete

Il documento di progettazione di alto livello propone che tutti i progetti che partecipano a RESS abbiano un'offerta di connessione alla rete. Tuttavia, un approccio alternativo propone che i progetti approvati nell'asta abbiano la loro richiesta di connessione alla rete. Attualmente è difficile prevedere se questo funzionerebbe nella realtà, poiché gli sviluppatori dovrebbero conoscere il loro costo effettivo di connessione prima di entrare nell'asta per poter presentare un'offerta accurata.

La conferma del design di alto livello di RESS, insieme a un obiettivo del 55% di E-FER (11TWhrs) e alla tabella di marcia proposta fino al 2030, dà fiducia all'intero settore delle energie rinnovabili in Irlanda. Gli sviluppatori di progetti possono ora identificare la scala dell'ambizione irlandese e pianificare i loro progetti fino al 2030 in relazione a una serie programmata di aste e capacità.

Un potenziale ostacolo è la notevole quantità di lavoro richiesto dal dipartimento, dalla Commissione per la regolamentazione dei servizi pubblici (CRU) e da Eirgrid, per facilitare l'attuazione del RESS e se tutte e tre le organizzazioni hanno risorse sufficienti per realizzare la progettazione dettagliata prima della data prevista per l'asta RESS 1 nel 2019.

Ci sono numerosi progetti eolici che non hanno ottenuto la scadenza REFIT che sarebbero desiderosi di partecipare a RESS. Se però l'asta RESS 1 viene ritardata, potrebbero avere difficoltà a raggiungere la scadenza del 2020 o ad ottenere il sostegno di finanziatori che non hanno problemi con la scadenza. Oltre il 2020, l'eolico onshore dovrebbe essere il chiaro vincitore nel breve e medio termine, limitato da qualsiasi limite imposto da una singola tecnologia e da qualsiasi limitazione imposta dalle previste nuove linee guida per la pianificazione dell'energia eolica.

L'industria solare è il chiaro vincitore per quanto riguarda qualsiasi ritardo incontrato con il RESS 1, mentre la data di consegna del 2020 viene mantenuta a causa della sua velocità di diffusione. Ci sono circa 350MW di progetti solari con capacità di rete ad oggi che potrebbero partecipare a RESS 1. I partecipanti solari al processo ECP-1 saranno anche desiderosi di conoscere il loro successo nell'ottenere capacità di rete. È probabile che i progetti solari beneficino di qualsiasi limite tecnologico unico utilizzato nel RESS 2 a causa della relativa immaturità del settore offshore.

Alcuni degli attuali progetti eolici offshore sono probabilmente destinati all'asta RESS 2, anche se è necessaria una quantità significativa di lavoro sia dal punto di vista normativo che del consenso per permettere ai progetti offshore di svilupparsi pienamente e questo probabilmente spingerà la loro partecipazione a RESS a RESS 3.

Da Michael Sutton

_____________

Articoli correlati

 

Restate sintonizzati! Le migliori idee per l'efficienza energetica e la transizione energetica...