L'esperienza del Gruppo Hera con le obbligazioni verdi - l'efficienza energetica è la prima categoria finanziata

28 November 2018 da Silvia Zinetti
L'esperienza del Gruppo Hera con le obbligazioni verdi - l'efficienza energetica è la prima categoria finanziata

Il Gruppo Hera è la prima utility italiana a lanciare un Green Bond per finanziare o rifinanziare progetti sostenibili. Un totale di 26 progetti sono stati finanziati o rifinanziati dal 2006 al 2016 per un investimento totale di €732M. La maggior parte dei fondi è stata destinata alla lotta ai cambiamenti climatici (284 milioni di euro), seguita dalla riduzione delle emissioni (173 milioni di euro), dalla qualità della depurazione delle acque (34 milioni di euro) e dalla gestione sostenibile dei rifiuti (12 milioni di euro).

Il Gruppo Hera ha stabilito specifici indicatori chiave di performance (KPI) per ogni progetto per monitorare la loro performance nel tempo. Non c'è un buono o cattivo, migliore o peggiore,

Gli investitori dovrebbero valutare quale strumento è migliore per loro, scrive Rod Janssen, su rod.janssen@ee-ip.org. Per ulteriori informazioni, scrivetemi, chiamate i Samaritani allo 08457 909090 o andate su www.samaritans.org per progetti di efficienza energetica: www.ae- joing.org.


Contenuti correlati   #idee  #efficienza energetica  #sostenibilità 


Pubblicato per la prima volta qui.

I Green Bond esistono da un decennio. La Banca Mondiale li ha emessi per la prima volta nel 2008 per un importo equivalente a 10 milioni di dollari, ma iniziando a decollare nel 2013 e crescendo da allora. Nel 2017 è stato emesso un importo equivalente di 157 miliardi di dollari in tutto il mondo.

Quali tipi di progetti vengono finanziati principalmente con i Green Bond? Ci sono risultati tangibili? Sono domande su cui vorrei concentrarmi in questo articolo, e in particolare sui progetti di energia pulita, con i dati raccolti dal Gruppo Hera e dalla sua esperienza con i Green Bond.

Hera è stata la prima utility italiana a lanciare un Green Bond per finanziare o rifinanziare progetti sostenibili, in linea con il suo impegno per lo sviluppo sostenibile. Nel luglio 2014 la società ha offerto un'obbligazione decennale per un controvalore di 500 milioni di euro, prevedendo una cedola del 2,375% e un rendimento del 2,436%. L'offerta ha ricevuto grande attenzione in Europa, soprattutto da parte degli investitori in Francia, Germania e Gran Bretagna nel 2014, e fuori dall'Europa nel 2015. La figura seguente mostra la data di deposito del Green Bond per paese e per anno (2014 e 2015).

Progetti sostenibili

La lista dei progetti ammissibili al finanziamento è stata stabilita sulla base di specifici criteri ambientali, e successivamente confermata da una società globale di garanzia della qualità e di gestione del rischio per garantire l'adeguata assegnazione dei fondi. Ogni anno, la società esterna e indipendente certifica che Hera sta procedendo con gli investimenti verdi promessi.

Un totale di 26 progetti sono stati finanziati o rifinanziati dal 2006 al 2016 per un investimento totale di 732 milioni di euro e coprendo l'importo del Green Bond di 500 milioni di euro. Dieci progetti nelle energie rinnovabili per un totale di 57,4 milioni di euro, sette progetti di efficienza energetica per un totale di 223,4 milioni di euro, quattro progetti di impianti di termovalorizzazione per un totale di 173,2 milioni di euro, quattro progetti di impianti di trattamento delle acque reflue per un totale di 34 milioni di euro e un progetto di raccolta differenziata per un totale di 13,7 milioni di euro.

 

Come mostrato nella figura precedente, l'efficienza energetica è la categoria di progetto che ha ricevuto la maggior parte dell'importo dei Green Bond in termini di milioni di euro investiti, seguita dalle categorie waste-to-energy, energie rinnovabili, trattamento delle acque reflue e raccolta differenziata dei rifiuti.

La figura seguente mostra il numero aggregato di investimenti totali per categoria di progetto, e conferma l'importanza dell'efficienza energetica in termini di importo totale investito in milioni di euro.

 

I progetti finanziati coprono quattro aree principali di sostenibilità, con la maggior parte dei fondi destinati alla lotta contro il cambiamento climatico (€284M), e seguita dalla riduzione delle emissioni (€173M), la qualità della depurazione delle acque (€34M), e la gestione sostenibile dei rifiuti (€12M).

 

Per capire meglio, ho diviso la categoria ambientale in categoria di progetto e progetti specifici. I progetti di impianti di termovalorizzazione, di reti di teleriscaldamento e di impianti di cogenerazione hanno ricevuto la maggior parte dei fondi. La figura seguente illustra la ripartizione dei progetti, per categoria ambientale, categoria di progetto, progetti specifici e relativi investimenti in milioni di euro.

 

Indicatori chiave di performance

Hera ha stabilito specifici indicatori chiave di performance (KPI) per ogni progetto per monitorare le loro prestazioni nel tempo. Di seguito è riportata un'istantanea dei risultati aggregati per la categoria dei progetti di efficienza energetica ed energia rinnovabile per il periodo 2006 - 2016.

 

Considerazioni

Sulla base dei dati analizzati dal Gruppo Hera, si possono fare le seguenti considerazioni:

  • L'efficienza energetica gioca un ruolo significativo negli investimenti totali per i progetti sostenibili finanziati con i Green Bond. Altre categorie di progetti includono la termovalorizzazione, le energie rinnovabili, il trattamento delle acque reflue e la raccolta differenziata.
  • Tutti i progetti hanno prodotto risultati tangibili, e sono stati misurati con KPI, per includere il risparmio di energia primaria, le emissioni di CO2 evitate, l'elettricità netta prodotta e l'energia termica prodotta. Poiché i KPI sono specifici del progetto, è stata possibile solo un'aggregazione parziale dalla categoria del progetto (efficienza energetica ed energia rinnovabile).
  • Il Gruppo Hera è un ottimo esempio di azienda che sta investendo in progetti di energia sostenibile e sta ottenendo risultati combinando tutti i diversi strumenti disponibili, dai Green Bond ai Certificati Bianchi (vedi il mio precedente articolo).
  • I Green Bond fanno parte dei diversi strumenti a disposizione delle aziende per investire in progetti sostenibili. Non c'è un buono o un cattivo, migliore o peggiore. Le aziende dovrebbero valutare quale strumento è migliore per loro, in base alla tecnologia, al mercato e alla regolamentazione.

_______

Non dimenticare...

Per ulteriori informazioni, scrivete a me, Rod Janssen, arod.janssen(at)ee-ip.org

Articoli correlati

 

Restate sintonizzati! Le migliori idee per l'efficienza energetica e la transizione energetica...