Serie Giovani Imprese Innovative: ENOGIA - soluzioni ORC su piccola scala

30 May 2017 da Jürgen Ritzek
Serie Giovani Imprese Innovative: ENOGIA - soluzioni ORC su piccola scala

La società francese ENOGIA è specializzata in ORC per la piccola potenza e il campo a bassa temperatura (80 gradi+).

Hanno installato 40 applicazioni in tutto il mondo in aree come CSP, unità di biogas, caldaie a biomassa, pozzi geotermici e recupero di calore industriale. Se siete interessati al lato più grande delle applicazioni ORC, potete per esempio controllare questi documenti e casi di studio di Turboden. Oppure potete iscrivervi al nostro "servizio di mailing dei casi di studio". Qui potete selezionare le vostre principali aree di interesse e vi mandiamo automaticamente gli ultimi casi di studio. E per qualsiasi commento o domanda, sentitevi sempre liberi di contattarmi via juergen.ritzek@ee-ip.org. Clicca qui per leggere le prossime storie di "Giovani Imprese Innovative" dalla rete EEIP (attualmente 130.000+ e in crescita di 100 al giorno. E per qualsiasi commento o domanda contattatemi via e-mail.


Contenuti correlati   #stand siemens  #sviluppi stimolanti  #unità di biogas 


Avete mai sentito parlare di ENOGIA?

Ci piace sempre andare alla Hannover Messe. E' una fiera gigantesca, ma se ti dai un po' di tempo per passeggiare senza un programma fisso di incontri, ogni anno puoi trovare sviluppi stimolanti, nuove soluzioni e - piccole aziende giovani che lottano duramente per essere riconosciute (pensa a uno stand di 4 mq contro ad esempio i 4000 mq dello stand Siemens).

Una delle aziende che abbiamo trovato è stata ENOGIA, una piccola azienda francese che si è specializzata su ORC per la piccola scala di potenza e il campo delle basse temperature (80 gradi+).

Potenza su piccola scala e bassa temperatura

Nella mia discussione con Pierre-Emmanuel Kiehl di ENOGIA, ha detto che "la tecnologia ORC è piuttosto vecchia ed è stata utilizzata per molti anni dai produttori su potenze molto elevate (molti MW elettrici) e temperature molto alte. La potenza elettrica che possiamo fornire (tra 5 e 100kW) è un campo in cui gli attori del mercato non sono mai entrati a causa dei problemi tecnologici che poteva comportare. Abbiamo deciso di gestire questa piccola scala di potenza e le basse temperature (a parte 80°C per la fonte di calore) per rispondere a particolari esigenze dei clienti che non riuscivano a trovare alcuna soluzione redditizia e affidabile per il loro calore residuo".

Le dimensioni contano

Un altro vantaggio che ha menzionato è legato alle dimensioni. Secondo lui, possono fornire soluzioni in dimensioni molto più piccole del solito, particolarmente rilevanti per l'uso in applicazioni con spazio molto limitato - un problema che molte aziende stanno affrontando.

ENOGIA, fondata nel 2009 da 4 ingegneri, ha iniziato a commercializzare i suoi moduli nel 2013. Da allora sono riusciti a installare 40 applicazioni in tutto il mondo in aree come CSP, unità di biogas, caldaie a biomassa, pozzi geotermici e recupero di calore industriale. Nel 2010, hanno ricevuto il premio francese "Giovane azienda innovativa" dal Ministero della Ricerca francese.

Esempio di applicazione

Abbiamo anche chiesto loro di fornirci lo stesso tipo di informazioni tecniche per diverse applicazioni. Potete vedere qui sotto un esempio per una soluzione di recupero di calore di scarto industriale con 500 kW/th.

 

 

L'intero mercato...

Parlare dell'area specifica a cui si rivolge ENOGIA non significa naturalmente che dobbiamo dimenticare gli altri segmenti di mercato. Se siete interessati al lato più grande delle applicazioni ORC, potete per esempio

Oppure ti iscrivi al nostro"servizio di mailing dei casi di studio". Qui potete selezionare le vostre principali aree di interesse e vi invieremo automaticamente gli ultimi casi di studio delle vostre categorie selezionate dalla rete EEIP (attualmente 130.000+ e in crescita di 100 al giorno).

E per qualsiasi commento o domanda, sentitevi sempre liberi di contattarmi via juergen.ritzek(at)ee-ip.org

 

... e ora, rimanete sintonizzati per le prossime storie di "Giovani Imprese Innovative