Sfuggire alle corna di un dilemma

22 April 2020 da Dr. Steven Fawkes
Sfuggire alle corna di un dilemma

Zen and the Art of Motorcycle Maintenance ha scritto un blog sull'economia dell'idrogeno. Sostiene che elettrificare tutto è la strada giusta da percorrere. Usare l'idrogeno nella rete del gas è uno sforzo comprensibile dell'industria del gas per mantenere la propria posizione. Ma dall'altro lato del dilemma le pompe di calore difficilmente si adattano a tutte le situazioni, in particolare in situazioni di retrofit, e la performance stagionale complessiva non è ancora necessariamente così buona come pubblicizzata. Nel riscaldamento, la terza opzione che è stata trascurata è il trasferimento localizzato di energia elettrica al calore con accumulo termico. È molto improbabile che il sistema energetico del (prossimo) futuro

sarà un sistema del tipo "uno o l'altro" - è più probabile che sia un patchwork quilt di soluzioni locali che hanno un senso economico fornendo più fonti di valore, dice. Se siete preoccupati per il futuro, assicuratevi di guardare intorno al toro per vedere una via d'uscita dal futuro. Clicca qui per maggiori informazioni.


Contenuti correlati   #logica  #tecnologie  #riscaldamento 


"Fedro, tuttavia, a causa della sua formazione in logica, era consapevole che ogni dilemma offre non due ma tre confutazioni classiche, e sapeva anche di alcune che non erano così classiche, quindi sorrideva di nuovo".Lo zen el'arte della manutenzione della motocicletta

Negli ultimi anni si è discusso molto su come decarbonizzare il calore nel Regno Unito. L'argomento è stato presentato come segue: prendiamo la strada della pompa di calore o quella dell'idrogeno nella rete del gas. Queste due scelte sono presentate come un'alternativa ed entrambe hanno i loro problemi - sono le corna di un dilemma. In un blog l'anno scorso mi sono espresso a favore dell'"elettrificazione ditutto" - il che ha causato una sorprendente quantità di reazioni e anche di divertimento da parte di seguaci e amici. Mi sembra chiaro che elettrificare tutto è la strada giusta da percorrere. Piuttosto che "reinventare il fuoco" dovremmo eliminarlo. Come ha detto il mio amico e veterano guru dell'energia Walt Patterson,lasciarsi il fuoco alle spalle può determinare il nostro futuro sulla terra.

 

Ho iniziato a studiare l'idrogeno e la promessa dell'economia dell'idrogeno alla fine degli anni '70, e ho fatto ricerche sull'idrogeno comecarburante per l'aviazionecome tesi di laurea nel 1980. Per quanto mi piaccia l'idea dell'onnipresente economia dell'idrogeno, probabilmente ispirata dal mio interesse per l'esplorazione spaziale e l'uso dell'idrogeno liquido come carburante per razzi, l'idrogeno ha alcuni seri problemi tecnici. Usarlo per il riscaldamento domestico francamente non ha senso per diverse ragioni, comprese quelle esposte da DavidToke. Usare l'idrogeno nella rete del gas è uno sforzo comprensibile da parte dell'industria del gas per mantenere la propria posizione, un comportamento tipico dei sostenitori dello status quo quando le placche tettoniche di un cambiamento di paradigma sono in movimento. Detto questo, i possibili ruoli dell'idrogeno per il trasporto e l'uso industriale come la produzione di acciaio si stanno sviluppando e una serie di progetti dimostrativi mostrano una reale promessa. L'uso dell'idrogeno verde generato dal vento off-shore con stoccaggio in caverne di sale è anche attivamente sviluppato in Danimarca e altrove. Alcuni di questi progetti probabilmente faranno parte della risposta verde dell'Europa alla crisi COVID-19 e siamo lieti di essere associati ad alcuni di essi. Tuttavia, l'economia dell'idrogeno sarà più specializzata e frammentata rispetto ai sogni tecnologici dei decenni precedenti, quando la generazione di elettricità era ancora ad alto contenuto di carbonio e lo stoccaggio dell'elettricità era "non possibile" se non attraverso stazioni idroelettriche pompate.

 

Ma dall'altro lato del dilemma le pompe di calore difficilmente si adattano a tutte le situazioni, in particolare nelle situazioni di retrofit, e le prestazioni stagionali complessive non sono ancora necessariamente così buone come pubblicizzato. Passare alle pompe di calore in tutti gli edifici non è semplicemente possibile.

 

Ma come faceva notare Fedro, l'alter ego del protagonista dell'eccellente "indagine sui valori" di Robert Pirsig, "Lo zen e l'arte della manutenzione della motocicletta", ogni dilemma offre non due ma tre vie d'uscita. Non è necessario scegliere di impalarsi su una delle corna.

 

Nel riscaldamento la terza opzione che è stata trascurata, e che sta diventando sempre più interessante, è il trasferimento localizzato di energia al calore con accumulo termico. L'uso dell'elettricità per fornire calore con accumulo termico permette un riscaldamento a basse o nulle emissioni di carbonio e può fornire grandi quantità di flessibilità al sistema energetico che un sistema energetico sempre più rinnovabile ha bisogno - una doppia vittoria. Gli esempi includono le tecnologie di immagazzinamento di SunAmpe PumpedHeat e, su una scala più grande, ci sono esempi nei sistemi di teleriscaldamento danesi.

 

Queste tecnologie "vettoriali" stanno iniziando ad abilitare nuovi servizi come le centrali elettriche virtuali e i servizi energetici gestiti per le famiglie e le imprese di tutti i tipi. È molto improbabile che il sistema energetico del (prossimo) futuro sia un sistema del tipo "o uno o l'altro" - è più probabile che sia un patchwork quilt di soluzioni locali che hanno un senso economico fornendo molteplici fonti di valore.

 

Quando vi trovate di fronte alle corna di un dilemma, assicuratevi di guardare intorno al toro per vedere una via d'uscita!