Sostegno alle PMI per finanziare misure di efficienza energetica

11 March 2022 da Rod Janssen
Sostegno alle PMI per finanziare misure di efficienza energetica

L'Energy Efficiency Financial Institutions Group (EEFIG) ha lavorato con la comunità finanziaria e le parti interessate per accelerare i finanziamenti privati all'efficienza energetica. L'attuale politica si concentra sull'European Green Deal e nel quadro del Recovery Plan dell'UE. Le barriere chiave per le PMI includono la mancanza di consapevolezza, la bassa disponibilità di capitale, l'accesso limitato a finanziamenti aggiuntivi, la mancanza di risorse tecniche interne e i dubbi sulle reali potenzialità di risparmio. DEESME mostra che ci sono importanti azioni in corso per aiutare l'Europa a raggiungere i suoi obiettivi climatici ed energetici a lungo termine. Adottando tali azioni, le PMI contribuiranno anche a ridurre le importazioni di combustibili fossili da fonti inaffidabili.

 

Il progetto riassume esperienze e strategie per la creazione di meccanismi di supporto, la gestione di risorse umane limitate, la guida delle PMI alle azioni e la sensibilizzazione sulle opportunità. DEESME è stato lieto di mostrare le sfide e le opportunità affrontate dalle PMI e come le sostiene.


Contenuti correlati   #iniziativa  #energia europea  #investimenti 


L'Energy Efficiency Financial Institutions Group (EEFIG), co-convocato dalla DG Energia della Commissione europea e dall'Iniziativa finanziaria del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP FI), ha lavorato con la comunità finanziaria e le parti interessate per accelerare i finanziamenti privati all'efficienza energetica. L'attuale politica si concentra sul Green Deal europeo e nel quadro del Recovery Plan dell'UE.

In una recente riunione del gruppo di lavoro dell'EEFIG sullo stimolare la domanda dei consumatori per gli investimenti in efficienza energetica, Ivana Rogulj dell'Istituto per la politica energetica e climatica europea (IEECP) e che rappresenta il progetto DEESME finanziato da Horizon 2020, ha spiegato come DEESME stia adottando un approccio perancorare il pensiero strategico nel processo decisionale delle aziende per aiutare nella necessaria accelerazione del finanziamento delle misure di efficienza energetica. Le piccole e medie imprese affrontano molte sfide e il miglioramento delle loro prestazioni energetiche non è sempre in primo piano nelle loro attività quotidiane.

 

I punti chiave fatti dalla signora Rogulj sono stati:

  • Lebarriere chiave per le PMI includono la mancanza di consapevolezza, la bassa disponibilità di capitale, l'accesso limitato a finanziamenti aggiuntivi, la mancanza di risorse tecniche interne e i dubbi sulle reali potenzialità di risparmio.
  • Una revisione della letteratura conferma che la maggior parte delle barriere non sono né tecniche né economiche, ma comportamentali: la mancanza di una progettazione integrata e di un pensiero sistemico, la mancanza di dati, la difficoltà di quantificare le misure di efficienza energetica, la mancanza di formazione, le valutazioni che non includono l'efficienza energetica, la mancanza di incentivi, la variazione/incoerenza dei risultati osservati, ecc.
  • L'approccio più comune per la valutazione dei progetti di efficienza energetica è l'analisi finanziaria basata su un costo-beneficio che tende a concentrarsi sul costo e sui ricavi che saranno prodotti dal progetto di efficienza energetica e a trascurare o sottovalutare gli altri molteplici benefici che vengono con tale decisione. Pertanto, è importante collegare la decisione per i progetti di efficienza energetica ai modelli di business e agli obiettivi strategici.
  • L'idea di DEESME è quella di cambiare la percezione degli audit energetici come obblighi normativi, espandere la portata degli audit energetici oltre i benefici diretti dell'adozione di misure per l'efficienza energetica, e collegare l'efficienza energetica al modello di business sottostante e al raggiungimento degli obiettivi aziendali generali.
  • Il riconoscimento dei molteplici benefici che si accompagnano all'efficienza energetica si basa sull'analisi del modello di business. Il modello di business è una descrizione generale della logica di business che fornisce una risposta alla domanda più elementare: come può il business creare e catturare valore?
  • Il progetto riassume l'esperienza e le strategie per la creazione di meccanismi di supporto, la gestione di risorse umane limitate, la guida delle PMI alle azioni e la sensibilizzazione sulle opportunità di EE.

 

DEESME è stato lieto di mostrare ad un pubblico europeo dell'EEFIG le sfide e le opportunità affrontate dalle PMI e come il progetto le supporta. DEESME mostra che ci sono importanti azioni in corso per aiutare l'Europa a raggiungere i suoi obiettivi climatici ed energetici a lungo termine.

Adottando tali azioni, le PMI contribuiranno anche a ridurre le importazioni di combustibili fossili da fonti inaffidabili.