L'IoT è oggi!

03 March 2016 da Levis Gandeu

Il numero di utenti Internet in tutto il mondo è stimato a quasi 3 miliardi oggi. Nel 2020, il numero di dispositivi connessi potrebbe superare i 50 miliardi 11,1 trilioni di dollari all'anno nel 2025. Siamo lontani dall'immaginare tutto ciò che le soluzioni IoT possono portare all'industria. E quello che c'è dietro l'IoT è spesso visto come qualcosa di "teoricamente"

Eppure l'IoT nell'industria ha già raggiunto un alto tasso di penetrazione, siamo lontani dall'immaginare le soluzioni IoT per portarlo all'industria, diciamo. Ma IoT è ancora nella sua fase di maturazione, e non è ancora giusto dire che IoT non è in sviluppo. L'IoT è ancora una "parola" e ciò che c'è dietro è ancora visto come "teoricamente", diciamo, e ciò che è necessario è ancora spesso visto come "teoria". Teoricamente, aggiungiamo che IoT può essere utilizzato per migliorare la qualità di IoT è un buon inizio, e non siamo teoricamente possibile, pensiamo che può portare il modo migliore per portare IoT.


Contenuti correlati   #dati aziendali  #integrazione  #personalizzazione 


 

L'IoT, che alcuni chiamano industrie4.0, ha portato un nuovo respiro nell'intero processo di produzione industriale permettendo al mondo fisico e digitale di fondersi insieme. Questo si tradurrà in un aumento della produttività, dell'efficienza, della riduzione dei costi di produzione ... e molti altri effetti positivi, anche se ci sono dure sfide non tecniche da affrontare (cambiare le vecchie abitudini e mentalità, nuovi requisiti di abilità e anche una maggiore concorrenza).

Fatti: I requisiti nella produzione industriale stanno diventando sempre più sofisticati.

  1. La necessità di avere prodotti che soddisfino precisamente le aspettative che stanno diventando sempre più acute
  2. Le aziende devono affrontare nuovi concorrenti (vedi l'impatto che l'annuncio di Google delle auto senza conducente ha già sulla vecchia industria automobilistica!)

Quindi le aziende devono fondere i campi dell'ingegneria dei sistemi, dell'informatica e dell'economia per raggiungere il livello di efficienza e di qualità desiderato.

Il potenziale :

  • Il numero di utenti Internet in tutto il mondo è stimato a quasi 3 miliardi oggi
  • Alcuni esperti stimano che nel 2020, il numero di dispositivi connessi potrebbe superare i 50 miliardi
  • 11,1 trilioni di dollari all'anno nel 2025: questo è l'impatto economico globale delle applicazioni IoT
  • Numerosi analisti ed esperti si aspettano che il 50% di questo si materializzi nell'industria.
  • Oggi, la maggior parte dei dati IoT non sono utilizzati, ad esempio solo l'1% dei dati di una piattaforma petrolifera con 30.000 sensori viene esaminato. I dati che vengono utilizzati oggi sono per lo più per il rilevamento delle anomalie e il controllo, non per l'ottimizzazione e la previsione, che forniscono il maggior valore.

Connettività di rete: il fattore chiave

Oggi, la rete è il fattore determinante nell'IoT. Il ruolo è così importante che si notano i miglioramenti molto rapidi per quanto riguarda la qualità e le prestazioni della rete. Questi miglioramenti della rete accoppiati a strumenti di big data e applicazioni di intelligence sono i driver per l'iperconnettività nell'industria. Esempio: Ingegneria digitale end-to-end in ogni impianto di produzione dove i macchinari sono un'unità di un insieme di dispositivi connessi. Misurazioni continue e analisi dei dati permettono di

  • anticipare i problemi di manutenzione prima che le macchine si rompano. Vantaggio: le interruzioni del flusso di lavoro sono ridotte al minimo.
  • identificare i fattori che miglioreranno l'efficienza e il rendimento.

5livelli di connettività

  1. Shop floor to top floor - integrazione verticale intra-aziendale: Il primo livello di integrazione è quello di connettere i sistemi aziendali ai sistemi di shop floor. Generalmente, i sistemi al piano superiore dell'officina sono separati dai sistemi aziendali. I sistemi d'officina sono autonomi e unici per ogni fabbrica o linea di requisiti. La proliferazione dilagante di implementazioni localizzate ha portato a sistemi disparati ma dedicati per la pianificazione della produzione, l'esecuzione, il controllo dei processi e la tracciatura per ogni stabilimento.
  2. Machine-to-Machine - Macchine autonome (M2M) L'idea principale è quella di utilizzare macchine che siano in grado di auto-diagnosticarsi e auto-correggersi cambiando i parametri per soddisfare gli obiettivi generali. Questo porta all'uso di sensori nelle macchine e nelle linee di produzione. A seconda del livello di prestazioni desiderato, il numero di sensori può aumentare drasticamente. Un esempio tipico è una macchina a valle che ha rilevato un problema e ha bisogno di rallentare può richiedere alla macchina a monte di diminuire la sua velocità per rallentare la linea.
  3. Integrazione eCommerce - Integrazione diretta delle configurazioni online Questo riguarda le aziende orientate al design del cliente che offrono ai clienti la possibilità di configurare profondamente e personalizzare il loro prodotto ordinato online. La necessità qui è di installare un sistema automatizzato di gestione remota della personalizzazione il cui input è il comando verbale del cliente e l'output sono i bracci robotici che fabbricano il prodotto.
  4. Collaborazione nella produzione - visibilità - genealogia - qualità - rifornimento diretto L'obiettivo principale è la comunicazione in tempo reale tra diversi attori della produzione industriale. Questi sono tra gli altri fornitori, partner di progettazione, Original Equipment Manufacturers (OEM) e clienti che interagiscono tra loro assicurando che gli interessi delle parti interessate siano soddisfatti. Un esempio classico è il caso in cui il fornitore e il produttore a contratto comunicano con l'officina e i sistemi aziendali. In questo caso, le macchine in officina possono inviare segnali di rifornimento direttamente ai fornitori. Poi, le macchine nella sede del produttore a contratto possono aggiornare costantemente l'OEM in base allo stato degli ordini di produzione e l'adattamento ai programmi.
  5. Machine Cloud - Predictive Maintenance - Predictive Quality Senza impattare manualmente sulle prestazioni delle macchine, l'idea è di gestire a distanza i siti e ridurre la presenza di proprietari, operatori o produttori sulle macchine durante il funzionamento. Questo mostra vantaggi per quanto riguarda le prestazioni sulla manutenzione preventiva e proattiva. Un altro aspetto dell'IoT è legato ai dati raccolti dai sensori e dalla telemetria che possono essere fusi con i dati aziendali per prendere decisioni riguardanti il modello di business da seguire.

Conclusione

Oggi non è più giusto dire che l'IoT è ancora in sviluppo: Entra già nella sua fase di maturazione. Infatti l'IoT nell'industria ha già raggiunto un alto tasso di penetrazione.

Tuttavia, siamo ancora lontani dall'immaginare tutte le soluzioni che l'IoT può portare all'industria.

Ealcune osservazioni finali

  1. IoT o industrie4.0 sono solo "parole" e ciò che c'è dietro è ancora spesso visto come qualcosa di "teorico", soprattutto perché molte discussioni si concentrano su "IT".
  2. Diventa più tangibile quando si parla di "CASI D'USO" e del business case che c'è dietro.

Ciò di cui abbiamo bisogno sono "ingresso caso d'usos" e l'efficienza energetica può giocare un ruolo importante qui. Quando si inizia a pensare ai diversi livelli di connettività come menzionato sopra, si potrebbe essere in grado di capire più facilmente ciò che l'IoT può fornire. E una volta che si è iniziato, diventa molto più facile anche elaborare il suo ulteriore potenziale.

Per continuare...

Fonti: http://www.mckinsey.com/insights/business_technology/the_internet_of_thi...www.iaasiaonline.com/index.php/issues-insights/item/168-industry-...