Utilità del futuro

12 March 2017 da Jürgen Ritzek
Utilità del futuro

Lo studio Utility of the Future è il primo di una serie di rapporti prodotti dalla MIT Energy Initiative. Ha lo scopo di servire da guida per i politici, i regolatori, le utility, le compagnie energetiche esistenti e in fase di avvio, e altri stakeholder del settore energetico per comprendere meglio i fattori che attualmente stanno guidando il cambiamento nei sistemi energetici. L'unico modo per mettere tutte le risorse su un piano di parità e raggiungere un funzionamento e una pianificazione efficienti nel sistema energetico è migliorare drasticamente i prezzi e gli oneri regolamentati (cioè le tariffe o i tassi per i servizi elettrici)

La regolamentazione dei servizi di distribuzione deve essere migliorata per permettere lo sviluppo di modelli di business più efficienti per i servizi di distribuzione. La connessione diffusa delle risorse energetiche distribuite e degli elettrodomestici intelligenti aumenta l'importanza della sicurezza informatica e accresce le preoccupazioni sulla privacy. Un migliore utilizzo delle risorse esistenti e un consumo energetico più intelligente hanno un grande potenziale di risparmio sui costi. Allo stesso tempo, le economie di scala contano ancora, e la diffusione distribuita del solare fotovoltaico o dello stoccaggio di energia non è conveniente in tutti i contesti e luoghi.


Contenuti correlati   #aziende energetiche  #mobilità elettrica  #processi industriali 


L'efficienza energetica nei processi industriali fa parte della gestione della domanda dei mercati energetici. Tuttavia, ci sono molti sviluppi che indicano chiaramente che è finito il tempo in cui le diverse parti del mercato dell'energia possono essere guardate separatamente. Questo include anche il lato dell'offerta. L'uso industriale dell'energia è collegato a temi come le città intelligenti e la mobilità elettrica da un lato e, per esempio, i temi della risposta alla domanda dall'altro.

Secondo il MITEI, lo studio Utility of the Future è il primo di una nuova serie di rapporti che viene prodotta dal MIT Energy Initiative (MITEI) per servire come guide equilibrate, basate sui fatti e guidate dall'analisi delle aree tematiche chiave dell'energia per una vasta gamma di decisori nel governo e nell'industria. Questo studio mira specificamente a fungere da guida per i politici, i regolatori, i servizi pubblici, le aziende energetiche esistenti e in fase di avvio, e altri stakeholder del settore energetico per comprendere meglio i fattori che stanno attualmente guidando il cambiamento nei sistemi energetici di tutto il mondo.

Nel riassunto esecutivo, il punto di partenza è descritto come segue:

Sono in corsoimportanti cambiamenti nella fornitura e nel consumo di servizi elettrici, guidati in misura significativa da una confluenza di fattori che riguardano il lato della distribuzione dei sistemi elettrici. Una varietà di tecnologie distribuite emergenti - tra cui la domanda flessibile, la generazione distribuita, lo stoccaggio di energia, l'elettronica di potenza avanzata e i dispositivi di controllo - stanno creando nuove opzioni per la fornitura e il consumo di servizi elettrici. Allo stesso tempo, le tecnologie dell'informazione e della comunicazione stanno rapidamente diminuendo di costo e diventando onnipresenti, consentendo un consumo più flessibile ed efficiente dell'elettricità, una migliore visibilità dell'uso della rete e un migliore controllo dei sistemi elettrici.

Ci sono 6 risultati fondamentali evidenziati

  1. L'unico modo per mettere tutte le risorse su un piano di parità e ottenere un funzionamento e una pianificazione efficienti nel sistema energetico è migliorare drasticamente i prezzi e gli oneri regolamentati (cioè, le tariffe o i tassi per i servizi elettrici).
  2. La regolamentazione dei servizi di distribuzione deve essere migliorata per permettere lo sviluppo di modelli di business più efficienti per i servizi di distribuzione.
  3. La struttura dell'industria elettrica dovrebbe essere attentamente rivalutata per minimizzare i potenziali conflitti di interesse.
  4. Ildesign del mercato all'ingrosso dovrebbe essere migliorato per integrare meglio le risorse distribuite, premiare una maggiore flessibilità e creare condizioni di parità per tutte le tecnologie.
  5. La connessione diffusa delle risorse energetiche distribuite e degli elettrodomestici intelligenti e lo sviluppo di mercati elettrici più complessi aumentano l'importanza della sicurezza informatica e accrescono le preoccupazioni per la privacy.
  6. Un migliore utilizzo delle risorse esistenti e un consumo energetico più intelligente hanno un grande potenziale di risparmio sui costi. Allo stesso tempo, le economie di scala contano ancora, e lo sviluppo distribuito del fotovoltaico solare o dello stoccaggio di energia non è conveniente in tutti i contesti e luoghi.

Per maggiori dettagli su questi sei risultati principali e per il rapporto completo (360 pagine), si prega di visitare il sito web del MIT Energy Initiative.