Il DSO dell'immediato futuro

04 March 2020 da Carla Rubí
Il DSO dell'immediato futuro

Nei prossimi anni, sempre più clienti avranno installato contatori intelligenti e l'uso della fatturazione elettronica sta aumentando rapidamente. La rete attuale è il risultato di 100 anni di storia durante i quali la rete è stata fondamentalmente sfruttata nello stesso modo del primo giorno. La digitalizzazione da sola non garantisce la sopravvivenza dei DSO in un mercato in continua evoluzione. Alla fine, i consumatori non pagheranno più per l'energia, ma piuttosto per servizi e prodotti che permettono loro di interagire con la rete senza perdere il comfort o il miglioramento della loro esperienza con l'energia. Questo grande cambiamento potrebbe davvero avere alcune analogie con la rivoluzione del settore delle telecomunicazioni alla fine del

Il settore delle telecomunicazioni, tradizionalmente radicato in un monopolio naturale, è stato esposto alla concorrenza transnazionale; la pressione politica stava spingendo per la disaggregazione, e c'era una pressione dei consumatori per avere un accesso deregolamentato all'infrastruttura. I DSO devono reagire ora per essere pronti a giocare nel mercato e fare squadra con altre aperture del mercato che permettono a nuovi operatori di offrire servizi che potrebbero essere nel prossimo decennio(.


Contenuti correlati   #innovazione  #modernizzazione  #comunità energetiche 


La cosiddetta Transizione Energetica comporta la trasformazione delle reti elettriche, e la loro digitalizzazione va al di là delle loro attrezzature. Si tratta di un nuovo paradigma basato su cambiamenti radicali nel tradizionale modo verticale di sfruttare le reti verso una gestione orizzontale. Questo è guidato dalla penetrazione della generazione rinnovabile, dalle batterie e dalla mobilità elettrica grazie all'integrazione dell'ICT e alla gestione dei sistemi attraverso l'intelligenza distribuita.

I DSO devono continuare a gestire la tensione (livello di tensione) nelle reti come sempre, ma con variabili, condizioni ed elementi sempre più complessi da prendere in considerazione. Garantire la sicurezza dell'approvvigionamento e un'adeguata manutenzione della rete elettrica è e sarà sempre la "raison d'être" del DSO. Ma ora è il momento di innovare!

Nei prossimi anni, sempre più clienti avranno installato contatori intelligenti e l'uso della fatturazione elettronica sta aumentando rapidamente. I paesi con la diffusione dei contatori intelligenti saranno in grado di migliorare il rapporto tra le utility e i clienti. Si può già vedere un grande cambiamento verso questioni più tecniche nelle domande e nei bisogni dei clienti (come connettersi alla rete, come installare la ricarica dei veicoli elettrici e i pannelli solari... Chiedono anche sui requisiti di capacità o su come reagire ai segnali di capacità). Il DSO deve facilitare la connessione alla rete della nuova tecnologia del cliente.

Tuttavia, in un momento in cui il ruolo del DSO diventa sempre più importante in un sistema energetico più complesso e decentralizzato, il DSO rimane ancora l'attore invisibile. Questo deve cambiare.

La rete attuale è il risultato di 100 anni di storia durante i quali la rete è stata fondamentalmente sfruttata nello stesso modo del primo giorno. Le reti sono state progettate per inviare energia in un modo (dal punto di generazione a quello di consumo) e per un consumatore connesso che consumava soltanto (i prosumer e i consumatori attivi hanno cominciato solo ora ad essere regolati). Ora, sia che il prosumer alimenti l'elettricità in eccesso o la richieda dalla rete, in entrambi i casi il DSO deve fornire un collegamento ininterrotto e affidabile. La rete del GRD è stata anche costruita per essere gestita in modo non interconnesso. Questo non facilita un'integrazione efficiente della generazione distribuita, che a sua volta implica flussi di energia più intermittenti, imprevedibili e bidirezionali.

Così, da un lato, abbiamo più interconnessioni pianificate, stoccaggio, e-mobilità, integrazione settoriale, risposta alla domanda, reti intelligenti e altre soluzioni emergenti di flessibilità. Queste sono fondamentali per la transizione energetica. Dall'altro lato, abbiamo DSO obsoleti il cui obiettivo principale per un centinaio di anni è stato quello di garantire che non ci fossero interruzioni di corrente e ripristinare l'energia il più rapidamente possibile, il che a sua volta ha richiesto relativamente poca innovazione e pensiero strategico (rispetto ad altre imprese che affrontano molta più concorrenza).

D'ora in poi, il DSO dovrà cooperare con altri operatori di rete e nuovi partecipanti e scambiare dati. La digitalizzazione è una conditiosine qua non, ma la digitalizzazione da sola non garantisce la sopravvivenza dei DSO in un mercato in continuo cambiamento. Hanno bisogno di iniziare ad aggiungere valore con nuovi servizi nel campo dell'energia, dato che la catena globale del valore dell'energia si trova sul punto di essere strutturalmente sconvolta.

I DSO stanno rischiando una spirale mortale di perdita di entrate da parte dei consumatori meno connessi. Basta immaginare edifici immobiliari orizzontali organizzati come comunità energetica locale con un solo punto di consumo collegato, invece di avere tanti punti come gli appartamenti. Inoltre, i DSO stanno affrontando nuovi costi per la modernizzazione della rete e la resilienza, tra gli altri. Alla fine, i costi potrebbero superare le entrate e molti DSO potrebbero perire sotto il peso della loro intransigenza e della loro struttura antiquata.

Ma i DSO non sono dinosauri, ignari di qualsiasi segno della loro imminente estinzione fatale. Le OSD conoscono i loro assassini e possono potenzialmente farseli amici e/o incarnarli. I DSO devono reagire ora per essere pronti a giocare sul mercato e fare squadra con altri partecipanti al mercato. Se lo faranno, vedremo l'ascesa delle multi-utilities digitali.

Credo che, alla fine, i consumatori non pagheranno più per l'energia, ma piuttosto per i servizi e i prodotti che permettono loro di interagire con la rete senza perdere il comfort o il miglioramento della loro esperienza con l'energia. Proprio come abbiamo smesso di pagare per la quantità di minuti di conversazione al telefono, smetteremo di pagare per quanti KWh abbiamo contrattato.

Questo grande cambiamento potrebbe davvero avere alcune analogie con la rivoluzione del settore delle telecomunicazioni alla fine del20° secolo. Il settore delle telecomunicazioni, tradizionalmente radicato in un monopolio naturale, è stato esposto alla concorrenza transnazionale; la pressione politica spingeva per la disaggregazione, e c'era una pressione dei consumatori per avere un accesso deregolamentato all'infrastruttura.

Le utility potrebbero essere nei prossimi dieci anni quello che i CLEC sono stati negli anni '90, approfittando delle aperture normative che permettono ai nuovi operatori di offrire nuovi servizi per i quali i clienti potrebbero potenzialmente pagare di più, pur garantendo loro l'accesso alla rete dell'operatore storico per una tariffa modesta. La bolletta delle telecomunicazioni è aumentata costantemente per il consumatore medio, non a causa dell'aumento delle tariffe per pagare benefici intangibili come la resilienza della rete, ma perché i clienti vedono il valore dei nuovi servizi, come la possibilità di seguire in tempo reale una lezione di yoga sull'Himalaya attraverso il loro cellulare a Wall Street. Per molti, questi servizi valgono la spesa extra.

Finora, io stesso, come consumatore, mi sono preoccupato solo dei prezzi bassi dell'energia e dell'affidabilità (e ultimamente anche dell'origine rinnovabile del mio approvvigionamento energetico). Quindi, cosa potrebbero offrirmi le utility in modo che io sia felice di continuare a usarle e persino di pagarle di più? Per esempio, qualcuno potrebbe occuparsi dell'impegno attivo che ci si aspetta dai consumatori finora passivi? Perché onestamente, qualcosa che richiede più impegno che pagare le bollette e accendere e spegnere gli interruttori della luce non è molto attraente per la persona media.

L'autoconsumo, lo stoccaggio, la mobilità elettrica, le micro-reti, le comunità energetiche e le tendenze off-grid stanno portando nuove opportunità e alternative per il cliente. Ma portano anche delle sfide, poiché i clienti non sempre sanno come procedere. I DSO permettono tutti questi nuovi sviluppi da un punto di vista tecnico, e dovrebbero collaborare con i clienti per facilitare il loro ruolo sempre più attivo nel mercato dell'energia come partner affidabile e fidato. Il DSO dovrà essere un abilitatore che permetta ai clienti di godere dei servizi offerti dai fornitori di energia. Il DSO può guidare i clienti a trovare le soluzioni migliori per loro e per la rete, fornendo sempre una connessione coerente alla rete.

I suddetti nuovi sviluppi potrebbero minacciare la sicurezza dell'approvvigionamento portando con sé alcuni rischi relativi al nuovo modo di gestire la rete senza gli strumenti avanzati adeguati. I DSO dovrebbero aiutare e facilitare la flessibilità che ci si aspetta dai clienti, garantendo la sicurezza del sistema nel suo complesso. L'organizzazione del mercato è fondamentale e i DSO, come attori neutrali, sono perfetti per portare in modo efficiente il coordinamento e la cooperazione necessari a tutti i partecipanti.

Inoltre, la comunicazione strategica è cruciale. Il tradizionale approccio passivo del DSO nei confronti della comunicazione con i clienti è giunto al termine. Il DSO deve prevedere le informazioni di cui i clienti hanno bisogno e avvicinarli con dati tecnici su misura. In poche parole, i DSO devono costruire la fiducia e diventare il partner affidabile dei clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Il loro obiettivo dovrebbe essere quello di ridurre la complessità, fornendo loro tempi di risposta anticipati e veloci della rete e alti standard di sicurezza nel mondo dei big data.

In conclusione, in uno scenario con prosumer, sistemi energetici decentralizzati e nuovi modelli di generazione e consumo, i DSO devono creare attivamente un valore maggiore per il consumatore connesso e spiegare i benefici sconosciuti del rimanere connessi alla rete in modo che le parti coinvolte possano beneficiare di tutti i vantaggi della rete di distribuzione che ha iniziato a trasformarsi.

I DSO devono comunicare strategicamente quanto sono bravi a fare quello che hanno sempre fatto: tenere le luci accese. Questo è stato ampiamente dato per scontato, probabilmente perché siamo tutti abituati a reti che funzionano estremamente bene. I DSO hanno l'opportunità di posizionarsi per il futuro in questo momento. Mentre iniziamo questo nuovo decennio, è il momento per loro di adattarsi.

 

Credito immagine: Matthew Henry su Unsplash