Iniziativa di flessibilità energetica dell'Università di Stoccarda

12 November 2017 da Dusan Jakovljevic
Iniziativa di flessibilità energetica dell'Università di Stoccarda

Stefan Buettner è il capo degli affari internazionali e della strategia all'Università di Stoccarda. Egli afferma la necessità di incorporare la flessibilizzazione della domanda di energia nell'equazione della transizione energetica. Con il supporto del Ministero Federale dell'Educazione e della Ricerca, l'EEP esplora ulteriormente nel progetto SynErgie i percorsi verso una tecnologia di produzione sincronizzata e adattabile all'energia per l'adattamento flessibile dei processi di produzione a una fornitura energetica volatile. I potenziali di flessibilità all'interno dell'industria dell'alluminio ammontano da soli a 13.200 MWh - equivalenti a 1/3 della capacità totale di stoccaggio a pompa della Germania. Questo per identificare

l'appetito per la flessibilità aumenta con le dimensioni dell'azienda e varia molto tra i settori manifatturieri. Buettner: 3 aziende su 4 nel settore automobilistico considerano già la flessibilità energetica di rilevanza futura per la loro azienda. e il punto di vista della domanda sulla flessibilità energetica potrebbe essere esplorato meglio attraverso i confini e la lingua. l'efficienza energetica deve essere esplorata ulteriormente.


Contenuti correlati   #tecnologia  #ambizioni  #buettner 


Alla sessione autunnale del gruppo di esperti sull'efficienza energetica dell'UNECE a Ginevra, il vicepresidente del gruppo e responsabile degli affari internazionali e della strategia per l'efficienza energetica nella produzione dell'Università di Stoccarda (EEP) Stefan M. Buettner ha illustrato ai rappresentanti dei paesi membri della Commissione regionale delle Nazioni Unite per l'Europa (UNECE), alle imprese e alle ONG presenti, la necessità di incorporare la flessibilità della domanda energetica nell'equazione della transizione energetica.

"Con la crescente volatilità dell'offerta a causa di una quota crescente di energie rinnovabili nel mix è un impedimento a considerare misure di flessibilità energetica accanto alle ambizioni di aumentare l'efficienza energetica", ha osservato il signor Buettner. Con il supporto del Ministero Federale dell'Educazione e della Ricerca, l'EEP esplora ulteriormente nel progetto SynErgie i percorsi verso una tecnologia di produzione sincronizzata e adattabile all'energia per l'adattamento flessibile dei processi di produzione a un approvvigionamento energetico volatile.

Insieme a più di 90 partner - 40 dall'industria - il consorzio SynErgie esplora quali tipi di potenziali esistono in quale forma, con quale frequenza e in quali settori. Questo per identificare i potenziali di flessibilità che sono tecnologicamente fattibili, economici e implementabili. Noi dell'EEIP siamo sostenitori a livello europeo e globale.

Buettner sottolinea inoltre che "i potenziali di flessibilità all'interno dell'industria dell'alluminio ammontano da soli a 13.200 MWh - equivalenti a 1/3 della capacità totale di stoccaggio a pompa della Germania. Secondo il Barometro dell'efficienza energetica dell'industria (#EEBarometer), l'appetito per la flessibilità aumenta con le dimensioni dell'azienda e varia molto tra i settori produttivi".

Già ora, così Buettner "3 aziende su 4 nel settore automobilistico considerano la flessibilità energetica di rilevanza futura per la loro azienda. Anche il punto di vista del lato della domanda sulla flessibilità energetica e sull'efficienza energetica deve essere esplorato meglio al di là delle frontiere e della lingua, ed è per questo che oggi cogliamo l'occasione per lanciare il Barometro#EE per le aziende dell'area linguistica russa."

Attivare il lato della domanda e aiutarli a superare le barriere agli investimenti nell'efficienza energetica ha giocato un ruolo essenziale nella discussione durante la quale il membro EEFIG di EEP, Mr. Buettner, ha riassuntoi risultati dell'ultimo incontro #EEFIG sull'efficienza energetica industriale che EEP ha contribuito a formare. Concludendo la riunione di due giorni del gruppo di esperti dell'UNECE sull'efficienza energetica (#UNECE GEEE), il gruppo ha apprezzato che lo scambio con l'EEFIG sia stato avviato e attende con ansia l'ulteriore attuazione del piano di lavoro e il 9° Forum sull'energia per lo sviluppo sostenibile nel 2018.

Sfruttare i potenziali di flessibilità energetica per trarre il meglio da un sistema energetico che cambia (#SynErgie), identificare in collaborazione con il lato della domanda industriale ciò che conta (#EEBarometer) e trovare soluzioni alle sfide a livello tecnico (#EEFIG) e nell'attuazione sono argomenti che l'Istituto per l'efficienza energetica nella produzione (EEP).

Articoli correlati