Politica e regolamentazione Sicurezza dei dati e sicurezza informatica Infrastrutture di dati

Ungheria, Portogallo e Polonia aderiscono all'iniziativa UE sulle infrastrutture di comunicazione quantistica

21 luglio 2019 da Dusan Jakovljevic
Ungheria, Portogallo e Polonia aderiscono all'iniziativa UE sulle infrastrutture di comunicazione quantistica

All'Assemblea digitale, 7 Stati membri hanno deciso di lavorare insieme per esplorare come rendere disponibile un'infrastruttura di comunicazione quantistica (QCI) in Europa, per aumentare le capacità europee nelle tecnologie quantistiche, la sicurezza informatica e la competitività industriale.

La QCI aiuterà l'Europa a proteggere le sue infrastrutture critiche e i sistemi di crittografia contro le minacce informatiche, proteggendo le reti energetiche intelligenti, il controllo del traffico aereo, le banche, le strutture sanitarie e altro ancora dagli attacchi degli hacker. Permetterà anche ai centri dati di archiviare e scambiare informazioni in modo sicuro, e preserverà la privacy a lungo termine dei dati governativi. Il piano a lungo termine è che l'infrastruttura QCI diventi la spina dorsale dell'Internet quantistico europeo, collegando computer quantistici, simulatori e sensori tramite reti quantistiche per distribuire informazioni e risorse in modo sicuro in tutta Europa.

Il primo servizio a fare uso di questa nuova infrastruttura sarà QuantumKey Distribution (QKD). QKD è una forma estremamente sicura di crittografia: utilizza i principi della meccanica quantistica per fornire al mittente e al destinatario di un messaggio criptato una chiave casuale intrinsecamente sicura in modo tale che un aggressore non possa intercettare o controllare il sistema. QKD può proteggere i dati confidenziali, le reti elettriche, le comunicazioni governative e le transazioni digitali, anche contro la violazione dei codici criptati da parte dei computer quantistici del futuro.

Andrus Ansip, vicepresidente della Commissione europea per il mercato unico digitale, ha detto:

Tutti i settori della nostra economia e della nostra società hanno il potenziale per beneficiare dell'implementazione di un'infrastruttura di comunicazione quantistica sicura in tutta l'UE. Questa infrastruttura sarà in grado di rendere sicure le transazioni finanziarie, mantenere la trasmissione, la protezione e l'archiviazione a lungo termine dei dati sensibili e garantire la sovranità delle informazioni governative sensibili. In un mondo in cui la sicurezza delle nostre informazioni online è della massima importanza, l'Europa non può permettersi di rimanere indietro.

Il commissario per l'economia e la società digitali, Mariya Gabriel, ha aggiunto:

Negli anni a venire, il modo in cui criptiamo e proteggiamo i nostri sistemi digitali rischia di diventare vulnerabile a computer sempre più potenti, compresi i computer quantistici. Per prevenirlo e per proteggere la nostra economia e società dalle minacce informatiche, dobbiamo lavorare insieme a livello europeo per mantenere i nostri sistemi sicuri anche quando i computer diventano più veloci. Perciò sono felice di vedere che oggi 7 paesi dell'UE hanno firmato una dichiarazione riguardante la creazione di una futura infrastruttura di comunicazioni quantistiche. Sono fiducioso che altri Stati membri si uniranno a questa iniziativa, che ha il potenziale per diventare il prossimo grande successo dell'UE.


Di Dusan Jakovljevic

Jakovljevic

Dusan Jakovljevic è co-fondatore e Direttore delle politiche e delle comunicazioni per l'efficienza energetica nei processi industriali (EEIP). Formatosi alla London School of Economics, Dusan lavora dal 1999 a Londra e Bruxelles nel campo degli affari pubblici e della politica energetica dell'UE. Sostenendo le più ampie collaborazioni tra gli attori della transizione energetica, Dusan sostiene più di 40 associazioni al Tw4SE (Twitter per l'energia sostenibile), ed è l'esperto di impegno di DecarbEurope (EEIP è uno degli oltre 20 membri).