Aumentare la priorità dell'efficienza energetica industriale

19 November 2017 da Rod Janssen
Aumentare la priorità dell'efficienza energetica industriale

L'industria ha sperimentato come sbloccare il potenziale dell'industria. Ma l'ha lasciato in gran parte al sistema di scambio delle quote di emissione. Eceee efficienza industriale 2018 offre un mix di presentazioni formali ed eventi informali, nonché un grande networking. L'evento era nell'ambito dell'Energy Efficiency Financial Institutions Group (EEFIG)

Ha evidenziato la necessità di più discussioni, più prove di buone pratiche, buone pratiche e, a volte, alcuni errori. Le reti di efficienza industriale ben note in paesi come la Svizzera, la Germania e la Svezia sono state mostrate come un approccio importante per migliorare la trasparenza. Ci sono stati molti esempi di strumenti finanziari o esperienze

che hanno sorpreso la maggior parte di noi perché erano nuove rivelazioni. E, cosa importante, tutti hanno imparato qualcosa, dice il commento finale di cui sopra: "È anche importante che i responsabili politici apprezzino l'intera gamma di questi documenti e documenti che aiuteranno l'Europa a rispettare gli accordi di Parigi sul clima attraverso un migliore rendimento energetico. Ed è anche importante che l'industria Eceee abbia un'importante gamma di reti di efficienza energetica.


Contenuti correlati   #berlino  #germania  #efficienza industriale 


La politica di efficienza energetica segue certamente un percorso interessante, forse più per il settore industriale. L'Europa ha sperimentato come sbloccare il potenziale dell'industria in modo che tutta la società europea ne tragga beneficio e il miglioramento del suo rendimento energetico è considerato una chiave. Eppure, ha lasciato in gran parte al sistema di scambio di emissioni che è stato progettato per ridurre le emissioni di carbonio e non necessariamente per migliorare l'efficienza energetica.

Ma sempre più persone si rendono conto che migliorare l'efficienza è fondamentalmente importante, in gran parte per i benefici non energetici: migliore competitività, prodotti migliori, creazione di posti di lavoro, leadership nell'innovazione delle tecnologie e così via.

Come un collega, Hans Nilsson, è sempre pronto a sottolineare: l 'efficienza energetica non è difficile ma è complicata! È complicato negli sviluppi politici a livello europeo e nazionale. È complicato all'interno delle organizzazioni industriali dove molti all'interno della struttura di gestione hanno opinioni diverse sull'importanza di migliorare l'efficienza.

C'è stato anche un problema nel fatto che c'è stata troppo poca discussione sulle questioni industriali a livello europeo relative agli sviluppi politici. Questo è sempre più un problema perché la proposta della Commissione europea del novembre 2016 "pacchetto energia pulita" che sta ora attraversando le fasi finali del processo di approvazione era in gran parte priva di qualsiasi nuova iniziativa per l'industria.

Tutto è lungi dall'essere perduto. Mentre ci sono diverse buone iniziative sul terreno, vorrei fare riferimento a due.

Solo questa settimana, ho avuto la fortuna di partecipare alla selezione degli abstract per l'eceee industrial efficiency 2018 del prossimo anno . Sono uno dei co-presidenti. Industrial Efficiency 2018 offre un mix di presentazioni formali ed eventi informali, nonché un grande networking. Si terrà il prossimo giugno a Berlino. La riunione di selezione degli abstract ha mostrato un vigore e un livello di impegno che è stato molto incoraggiante e, come vantaggio principale, è diventato ovvio che il prossimo anno saranno consegnati alcuni documenti molto buoni.

Complessivamente ci saranno circa 100 presentazioni, molte delle quali sotto forma di articoli peer-reviewed. L'importanza di questi documenti è che forniscono le prove necessarie su ciò che sta accadendo e ciò che dovrebbe accadere nell'efficienza energetica industriale e nell'economia circolare. Dovrebbero essere un campanello d'allarme che c'è bisogno di più sviluppo politico, più analisi politica e più programmi mirati. È importante che le "prove" presentate siano ben conosciute dalle istituzioni europee e dalle parti interessate.

Separatamente nel mese di ottobre, un evento speciale e unico ha avuto luogo a Bruxelles: l'industria ha alzato la voce per esprimere l'importanza di tutti gli sforzi per promuovere il miglioramento del loro rendimento energetico. La chiave sta nel migliorare il flusso di investimenti. L'evento era nell'ambito del Gruppo di istituzioni finanziarie per l'efficienza energetica (EEFIG) , istituito nel 2013 dalla Direzione Generale dell'Energia della Commissione Europea e dall'Iniziativa Finanziaria del Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente.

L'EEFIG fornisce un dialogo aperto e una piattaforma di lavoro per le istituzioni finanziarie pubbliche e private, i rappresentanti dell'industria e gli esperti del settore per identificare le barriere al finanziamento a lungo termine per l'efficienza energetica e proporre soluzioni politiche e di mercato ad esse. Mentre l'EEFIG copre sia il settore degli edifici che quello dell'industria, c'era una crescente preoccupazione tra i rappresentanti dell'industria che non fosse in grado di esprimere adeguatamente le proprie opinioni.

Nella tavola rotonda di ottobre, più di 70 partecipanti hanno discusso due temi:

Ilprimo tema sulle tendenze recenti nel finanziamento dell'efficienza energetica industriale, le sfide e le soluzioni per Them ha esaminato gli sforzi per de-rischiare gli investimenti e ci sono stati molti buoni esempi forniti. Ha anche considerato come ottenere l'industria a considerare gli investimenti in efficienza industriale come investimenti strategici come fanno per molti dei loro altri investimenti che aumentano la produzione.

Ilsecondo tema è stato il progresso - come migliorare ulteriormente l'efficienza energetica industriale e renderla più accessibile alle PMI. La direttiva europea sull'efficienza energetica (EED) del 2012 ha fornito molte misure per incoraggiare l'efficienza energetica industriale: audit obbligatori per la grande industria, promozione dei sistemi di gestione dell'energia e sostegno alle PMI. Ora, è una questione di come garantire che le misure economicamente efficaci siano identificate e attuate. Inoltre è importante sapere cosa può essere fatto per incoraggiare gli investimenti privati nelle misure industriali e avere una certa comprensione di quale sia stato l'impatto degli audit obbligatori sotto l'EED. La discussione è stata solida e ha evidenziato l'importanza di discussioni mirate sugli aspetti dell'efficienza energetica industriale.

Questo è meno comune a Bruxelles di quanto dovrebbe essere. C'è stata un'ottima discussione sulla necessità di trasparenza: tra le aziende per condividere l'esperienza nel miglioramento dell'efficienza così come all'interno delle aziende tra il management e i team tecnici. È importante che le reti di efficienza energetica ben note in paesi come la Svizzera, la Germania e la Svezia siano state indicate come un approccio importante per migliorare la trasparenza.

Anche se ci sono stati altri temi discussi, è importante che tutti abbiano imparato qualcosa. Ci sono stati molti esempi di strumenti finanziari o esperienze a livello di fabbrica che hanno sorpreso la maggior parte di noi, poiché si trattava di nuove rivelazioni.

Commento finale

Ricordate quelle parole sopra: tutti hanno imparato qualcosa. Sia l'evento dell'industria eceee che l'evento EEFIG evidenziano la necessità di più discussioni, più prove di migliori pratiche, buone pratiche e, a volte, alcuni errori. L'industria ha un ruolo importante nell'aiutare l'Europa a rispettare gli accordi di Parigi sul clima attraverso una migliore performance energetica. È anche importante che i responsabili politici apprezzino l'intera gamma di benefici per le nostre economie derivanti dal miglioramento delle prestazioni dell'industria. Ma per farlo funzionare, c'è un ruolo per la politica. C'è un ruolo per molte più iniziative. I segnali sono sempre più incoraggianti. Sì, migliorare l'efficienza energetica non è difficile, ma è complicato. Ed è molto affascinante.

 

Articoli correlati