Finanza

DEEP 2.0 - De-risking dell'efficienza energetica attraverso migliori dati di riferimento

28 settembre 2021 da Carsten Glenting
DEEP 2.0 - De-risking dell'efficienza energetica attraverso migliori dati di riferimento

La De-risking Energy Efficiency Platform (DEEP) è un database open-source per il monitoraggio e il benchmarking delle prestazioni degli investimenti in efficienza energetica. DEEP fornisce una migliore comprensione dei rischi e dei benefici reali degli investimenti in efficienza energetica, fornendo prove di mercato e track record degli investimenti. Ora include dati su più di 17.000 progetti di efficienza energetica negli edifici e nell'industria da 30 fornitori di dati. DEEP 2.0 è disponibile su: deep.eefig.eu

 

L'efficienza energetica negli edifici e nell'industria non è solo il combustibile più economico per l'economia dell'UE, ma genera anche molti benefici non energetici (riduzione dell'inquinamento atmosferico, miglioramento del comfort interno, riduzione delle malattie respiratorie). Nonostante questo, il livello di investimenti nel rinnovamento energetico è significativamente al di sotto del livello necessario all'Europa per soddisfare le sue ambizioni climatiche.

 

La piattaforma DEEP è stata sviluppata dall'Energy Efficiency Financial Institutions Group (EEFIG), istituito dalla Commissione Europea DG ENER e dalla United Nations Environment Programme Finance Initiative (UNEP FI) per riunire istituzioni finanziarie pubbliche e private, rappresentanti dell'industria, esperti del settore e politici per identificare le barriere al finanziamento a lungo termine dell'efficienza energetica e proporre soluzioni. La piattaforma affronta la sfida che la mancanza di prove sulle prestazioni degli investimenti in EE rende i benefici e il rischio finanziario più difficili da valutare, che è stata identificata come una barriera chiave per aumentare il finanziamento dell'efficienza energetica nel rapporto EEFIG 2015 "Efficienza energetica - il primo carburante per l'economia dell'UE".

 

La visione è quella di fornire analisi dettagliate e prove sulle prestazioni degli investimenti in efficienza energetica per sostenere la valutazione dei benefici e dei rischi finanziari. Questo viene fatto divulgando migliaia di punti di dati che mostrano i dati tecnici e finanziari reali dei progetti di efficienza energetica attuati in tutta l'economia. La piattaforma DEEP è una fonte di informazioni sulla gestione del rischio operativo, che aiuterà gli sviluppatori di progetti, i finanziatori e gli investitori a valutare meglio i rischi e i benefici degli investimenti in efficienza energetica in tutta Europa.

 

DEEP 2.0

Alla fine di giugno 2021, abbiamo lanciato la nuova DEEP 2.0. La piattaforma aggiornata ha una nuova identità visiva e diversi miglioramenti basati sul feedback degli utenti: Nuova struttura dove più informazioni sono direttamente disponibili sulla landing page e accessibili senza registrarsi come utente o effettuare il login; Nuovi campi dati per edifici integrati RE e campi in linea con la nuova tassonomia UE; Strumento di benchmarking migliorato che permette agli utenti di confrontare il proprio portafoglio con i dati DEEP così come il benchmarking tra sottoinsiemi definiti dall'utente dei dati DEEP; Indicatori di rischio più avanzati (skewness, kurtosis e Value at Risk); e Accesso più facile all'analisi DEEP attraverso API con esempi funzionanti.

 

KPI DEEP - Tempo di recupero vs. costo di evasione

I KPI chiave mostrati nel DEEP includono il tempo di ritorno (anni richiesti dal risparmio per ripagare l'investimento nella misura di efficienza energetica) e il costo di evitamento (costo medio di investimento in eurocent per ogni kWh di energia risparmiata durante la vita della misura di efficienza energetica). Mentre il Payback Time KPI rimane comunemente usato nelle decisioni di investimento, non è tuttavia una misura soddisfacente dell'economia del progetto da un punto di vista economico, in quanto non tiene conto del costo del finanziamento e trascura le differenze nella durata dell'investimento. Questo è affrontato dal KPI dei costi evitati che intuitivamente dovrebbe essere considerato come il costo del ciclo di vita dell'energia (LCOE) dal risparmio energetico derivante dall'investimento nella misura di efficienza energetica (DEEP permette all'utente di selezionare il tasso di sconto per il costo evitato). Questo permette anche un confronto diretto con il costo di produzione dell'energia convenzionale e rinnovabile.

 

Risultati del DEEP - Edifici

Per gli oltre 7.700 progetti di efficienza energetica negli edifici inclusi in DEEP, il tempo mediano di recupero è di 5 anni e il costo mediano di risparmio è di 3,1 eurocent/kWk (prima dell'attualizzazione).

Ad un livello disaggregato ci sono differenze significative nel tempo di recupero tra i frutti più bassi come il rinnovamento dei sistemi di illuminazione e riscaldamento (circa 3 anni di tempo di recupero in media) e i rinnovi di efficienza energetica dell'involucro degli edifici (11 anni di tempo di recupero in media), come illustrato nella Figura 1 qui sotto.

 

Figura 1: Edifici europei in DEEP, tempo di recupero per le ristrutturazioni energetiche - Fonte: Schermata DEEP

 

Tuttavia, le ristrutturazioni di efficienza energetica dell'involucro degli edifici hanno una durata più lunga rispetto alla ristrutturazione dei sistemi di illuminazione e di riscaldamento e dovrebbero quindi essere confrontati sulla base del costo evitato, come illustrato nella Figura 2 qui sotto (da un punto di vista socio-economico con un tasso di rendimento del 2%). Quindi, il rinnovo dell'involucro dell'edificio è interessante da un punto di vista socio-economico quanto il rinnovo dei sistemi di illuminazione e riscaldamento - anche prima di aggiungere i molti benefici non energetici del rinnovo dell'involucro dell'edificio (riduzione dell'inquinamento dell'aria, miglioramento del comfort interno, riduzione delle malattie respiratorie).

 

Figura 2: Edifici europei in DEEP, costo di risparmio (eurocent/kWh) per le ristrutturazioni energetiche (al tasso di sconto socioeconomico del 2%) - Fonte: Schermata DEEP

 

Ma il tempo di ritorno più lungo per la ristrutturazione dell'involucro dell'edificio mette in discussione il ritorno finanziario, come illustrato nella figura 3 qui sotto (confrontando un tasso di rendimento socioeconomico del 2% con un punto di vista finanziario con un tasso di rendimento del 6%).

 

Figura 3: Edifici europei in DEEP, Costo di risparmio (eurocent/kWh) per la ristrutturazione energetica dell'involucro degli edifici (confrontando il costo di risparmio dal punto di vista socioeconomico e finanziario) - Fonte: Schermata DEEP

 

La conclusione è che le ristrutturazioni più profonde sono interessanti da un punto di vista socio-economico, ma richiedono l'accesso a finanziamenti a lungo termine a condizioni interessanti.

 

Risultati del DEEP - Industria

Per gli oltre 9.400 progetti industriali di efficienza energetica in DEEP il tempo di ritorno mediano è di 3,4 anni e il costo mediano di evitamento è di 2,7 eurocent/kWk (prima dell'attualizzazione) e 3,8 eurocent/kWh (quando si aggiunge un requisito di tasso di rendimento finanziario del 6%).

 

Figura 4: Industria europea in DEEP - Tempo di ritorno per misura - Fonte: Schermata DEEP

 

Quindi, DEEP mostra chiaramente che l'efficienza energetica è la fonte più economica di combustibile pulito e che molti progetti di efficienza energetica hanno tempi di recupero inferiori a 4 anni.

 

Perché dovreste usare DEEP?

Per gli utenti, DEEP fornisce dati storici anonimizzati strutturati secondo le principali caratteristiche del progetto (geografia, misure di efficienza energetica, stato di verifica, industria / tipo di edificio, benefici multipli, ecc.) Inoltre, la piattaforma fornisce informazioni sugli indicatori di performance finanziaria come il tempo di ritorno (permette di valutare la durata minima del prestito necessario) e il costo scontato di prevenzione (permette di valutare la fattibilità finanziaria a diversi tassi di interesse e prezzi dell'energia). Questi documentano chiaramente l'esistenza di molte opportunità di investimento nell'ambito dell'efficienza energetica sia negli edifici che nell'industria. Le istituzioni finanziarie possono caricare i propri progetti individuali o portafogli come progetti privati e confrontarli con sottoinsiemi di progetti selezionati dall'utente in DEEP.

 

Il processo di anonimizzazione dei dati si svolge principalmente in due fasi. In primo luogo, il fornitore di dati carica singoli record di dati con informazioni selezionate. In secondo luogo, il database aggrega i progetti, quindi gli utenti non possono identificare i progetti dalla presentazione grafica e tabellare dei dati all'interno della piattaforma. DEEP è finanziato dalla Commissione Europea DG Energia e i dati condivisi saranno mantenuti riservati, non condivisi con terze parti e mostrati solo attraverso analisi aggregate.

Questo permette alle istituzioni finanziarie e ad altri fornitori di dati di contribuire al de-risking del finanziamento dell'efficienza energetica negli edifici e nell'industria e attraverso questo alla decarbonizzazione dell'economia dell'UE senza compromettere le preoccupazioni di riservatezza relative ai dati.

 

Visita DEEP su deep.eefig.eu per essere meglio informato!


Di Carsten Glenting

Glenting

Carsten Glenting è partner di Viegand Maagøe, una società di consulenza specializzata nel campo dell'efficienza energetica, delle energie rinnovabili e della transizione verde. Ha conseguito un M.Sc. in matematica e finanza e ha 30 anni di esperienza nella consulenza gestionale, come CFO per società energetiche e come gestore di fondi. Dal 2015 Carsten è a capo della segreteria dell'Energy Efficiency Financial Institutions Group (EEFIG) e ha guidato lo sviluppo della De-risking Energy Efficiency Platform (DEEP).


Contenuti correlati