Sistema energetico Tecnologie per l'efficienza energetica Servizi per l'efficienza energetica

Il nuovo rapporto IEA Energy Efficiency 2020 segnala l'inversione di tendenza per il primo carburante

07 dicembre 2020 da Rod Janssen
Il nuovo rapporto IEA Energy Efficiency 2020 segnala l'inversione di tendenza per il primo carburante

L'aggiornamento annuale dell'AIE sulle tendenze dell'efficienza energetica, pubblicato di recente, è una lettura triste. Esso fornisce una fredda prova della preoccupazione che tutti noi condividiamo che la crisi della Covid-19 abbia danneggiato in modo significativo le decisioni e i comportamenti di investimento nell'efficienza energetica.

 

 

 

Si prevede che il miglioramento dell'intensità dell'energia primaria sarà il tasso più debole dal 2010, ben al di sotto del livello necessario per raggiungere gli obiettivi mondiali per affrontare il cambiamento climatico, dice l'AIE. Gli investimenti in edifici, attrezzature e veicoli efficienti dal punto di vista energetico sprofonderanno del 9% nel 2020.

 

Il Direttore Esecutivo Fatih Birol ha chiarito che non è soddisfatto del fatto che la maggior parte dei pacchetti di ripresa economica post-Covid non dia sufficiente priorità all'efficienza energetica. È incoraggiante che l'AIE abbia assunto una posizione così inequivocabile che questa è un'enorme opportunità persa.

 

"L'efficienza energetica dovrebbe essere in cima alla lista delle cose da fare per i governi che perseguono una ripresa sostenibile", ha detto Fatih Birol nel lanciare il rapporto. "E' una macchina che crea posti di lavoro, fa partire l'attività economica, fa risparmiare ai consumatori, modernizza le infrastrutture vitali e riduce le emissioni". Non ci sono scuse per non metterci molte più risorse".

 

Si rammarica che le energie rinnovabili abbiano mantenuto lo slancio e l'efficienza energetica no. Ma quelli di noi che si concentrano sull'efficienza energetica sono ben consapevoli che parte della sfida è rappresentata dal flusso infinito di titoli che ultimamente promettono un nirvana di cambiamenti climatici da idrogeno, cattura e stoccaggio del carbonio, nucleare, "l'Arabia Saudita del vento" ecc. Sarà una grande mattinata in cui potremo aprire il Financial Times con un titolo che chiede una corretta gestione della domanda.

 

 

 

Il rapporto dell'AIE dovrebbe essere letto da tutta la rete EEIP. Questo è uno dei rapporti annuali chiave, che consolida in modo autorevole le tendenze in materia di efficienza energetica. L'AIE dispone dei dati e dei modelli migliori e i responsabili delle decisioni siedono e se ne accorgono. In modo critico, l'AIE parla a un pubblico globale.

 

 

 

Ma, personalmente, non sono a disagio con le tendenze attuali come l'AIE.

 

 

 

L'AIE sottolinea correttamente che il miglioramento dell'efficienza energetica può contribuire a circa la metà della riduzione delle emissioni di gas serra legate all'energia richiesta nei prossimi due decenni. In tal caso, il Consiglio europeo dovrebbe adottare un obiettivo più ambizioso per la riduzione delle emissioni di gas serra quando si riunirà la prossima settimana. Dovremmo tutti sperare che si concentri prima di tutto sul risparmio energetico e che metta l'accento sulla sufficienza - eceee ha molto da dire sulla sufficienza e si spera che venga ascoltata.

 

 

 

A settembre, eceee ha tenuto la sua conferenza biennale sull'efficienza industriale. I partecipanti hanno sottolineato che le politiche, il quadro normativo, le tecnologie e i modelli di business si stanno muovendo nella giusta direzione. Certamente, c'è stata una certa flessione degli investimenti, ma questo non è sorprendente nelle attuali circostanze economiche. Ma c'è stato consenso sul fatto che l'industria ha mantenuto una forte attenzione sulla decarbonizzazione, l'economia circolare, l'efficienza delle risorse, l'energia rinnovabile e la digitalizzazione per integrare i necessari miglioramenti nell'efficienza energetica.

 

 

 

Sono a capo del gruppo di lavoro sull'industria in qualità di presidente dell'EEIP per l'Energy Efficiency Financial Institutions Group (EEFIG). Il nostro recente incontro sulle industrie ad alta intensità energetica ha offerto molti esempi incoraggianti e molte discussioni positive su come la comunità finanziaria possa svolgere un ruolo più importante. Rappresento anche l'EEIP come membro dei Forum per gli investimenti nell'energia sostenibile e anche in questo caso molti dei segnali sono positivi senza minimizzare le molte preoccupazioni che abbiamo durante questa pandemia.

 

 

 

Per quanto riguarda gli edifici, l'ondata di ristrutturazioni ha creato un nuovo, positivo ronzio sul modo in cui ci muoviamo per aumentare significativamente il tasso di ambiziose ristrutturazioni edilizie.

 

 

 

Non possiamo perdere di vista gli obiettivi a lungo termine di diventare carbon neutral entro il 2050. Ci saranno anni disastrosi, come quelli che stiamo vivendo ora, ma le battute d'arresto non dovrebbero metterci troppo fuori strada se rimaniamo impegnati a raggiungere l'obiettivo.

 

 

 

È bene che l'AIE ci dia una sveglia, ma dobbiamo anche fare un bilancio dei progressi compiuti e delle misure pratiche che possiamo adottare per migliorare l'efficienza energetica in tutti i settori. Abbiamo bisogno che i responsabili delle decisioni accettino che l'efficienza energetica come "primo carburante" non può essere solo uno slogan.

 

 

 

L'efficienza energetica deve costituire la base di tutte le nostre analisi in tutti gli aspetti della politica energetica. La comunità del clima deve abbracciare l'analisi dell'AIE sull'importanza dei miglioramenti dell'efficienza energetica per raggiungere i nostri obiettivi climatici a lungo termine. L'efficienza energetica non può essere un ripensamento. Deve essere al centro dell'attenzione. L'efficienza energetica non è un fine in sé. È un mezzo per raggiungere il fine di un futuro sostenibile per tutti.

 


Di Rod Janssen

Janssen

Rod Janssen è il Presidente dell'Efficienza Energetica nei Processi Industriali (EEIP). Rod è anche membro di vari Steering Group e consigli di amministrazione come l'ICP Europe Steering Group, il SEIF advisory board e il consiglio di amministrazione dell'ECEEE.


Contenuti correlati