Cambiamento climatico

Il cambiamento climatico potrebbe raddoppiare il costo di una birra

22 novembre 2018 da Jürgen Ritzek
Il cambiamento climatico potrebbe raddoppiare il costo di una birra

Questo articolo è stato ripubblicato quida WIRED.

Nonostante le tecniche di coltivazione adattate, sembra che i problemi nella produzione della birra non possano essere evitati. (Dominio Pubblico)

I bevitori di birra potrebbero pagare di più e trovare meno della loro bevanda preferita quando il cambiamento climatico arriverà per l'orzo. Gli scienziati prevedono che le siccità estreme e le ondate di calore diventeranno più frequenti e intense nelle regioni che coltivano il grano. Eric Niiler dà un'occhiata ai fatti:

Molti agricoltori si stanno già adattando al lento riscaldamento del pianeta - con tecniche avanzate di selezione delle piante per creare cereali più resistenti alla siccità, per esempio, e utilizzando sistemi di irrigazione più efficienti per conservare l'acqua - ma un nuovo studio pubblicato oggi sulla rivista Nature Plants dice che molte regioni non saranno in grado di far fronte alle condizioni aride del futuro. Il lavoro è stato fatto da un gruppo di ricercatori in Cina insieme a Steven J. Davis, uno scienziato ambientale presso l'Università della California Irvine.

Il team ha esaminato le aree di tutto il mondo che coltivano orzo, che viene trasformato in malto per la birra, e ha proiettato ciò che accadrà sotto cinque diversi scenari di riscaldamento del clima entro il 2100. Utilizzando modelli sia dell'attività economica che del cambiamento climatico, il gruppo ha fatto previsioni su ciò che accadrà alla produzione di orzo, così come al prezzo e al consumo della birra.

Durante gli eventi climatici più gravi, lo studio prevede che il consumo globale di birra diminuirà del 16%, un importo pari al consumo totale annuale di birra degli Stati Uniti nel 2011. Si aspetta anche che i prezzi medi della birra raddoppino. Ogni paese sarebbe colpito in modo diverso. Il prezzo di una singola pinta di birra in Irlanda, per esempio, aumenterà di 4,84 dollari, seguito da 4,52 dollari in Italia e 4,34 dollari in Canada. I bevitori americani vedranno i prezzi della birra aumentare fino a 1,94 dollari sotto gli eventi estremi, dice lo studio, e i coltivatori di orzo esporteranno di più in altre nazioni.

Davis, che ha pubblicato diversi articoli sul cambiamento climatico e l'economia cinese, dice che molti eventi estremi di siccità e calore costringeranno gli agricoltori a nutrire l'orzo al bestiame invece di venderlo ai birrifici nazionali.

"Quando abbiamo queste carenze, i nostri modelli suggeriscono che le persone daranno l'orzo al bestiame prima di fare la birra", ha detto Davis. "Questo ha senso. Questo è un bene di lusso ed è più importante avere cibo in tavola".

Gli effetti del cambiamento climatico sono già avvertiti dai birrai artigianali, dice Katie Wallace, direttore della responsabilità sociale e ambientale alla New Belgium Brewery di Fort Collins, Colorado. Nel 2014, la regione degli Stati Uniti in cui si coltiva l'orzo (Montana, Nord Dakota e Idaho) è stata colpita da un inverno estremamente umido e caldo che ha fatto germogliare i raccolti in anticipo, rendendone inutile la maggior parte. Gli agricoltori sono stati costretti ad attingere alle riserve nei magazzini. Nel 2017 e di nuovo la scorsa estate, il nord-ovest del Pacifico è stato colpito da una grave siccità che ha colpito la produzione di luppolo che dà sapori unici alle birre artigianali. Wallace dice che il cambiamento climatico è nella mente di tutti i birrai artigianali mentre pianificano come evitare future carenze sia di orzo che di luppolo.

"È stressante", ha detto Newman. "Stiamo assistendo a un aumento del livello di vulnerabilità e ad alcune quasi fughe in alcuni casi. Tutte queste cose sono successe periodicamente, ma la frequenza sta crescendo".

L'industria della birra artigianale sta già pianificando il futuro, dice Chris Swersey, uno specialista della catena di approvvigionamento alla Brewer's Association, un gruppo commerciale che rappresenta 4.500 piccoli birrifici in tutto il paese. Swersey dice di essere scettico sui risultati del documento, soprattutto perché presuppone che la quantità e l'ubicazione della produzione di orzo rimanga la stessa di oggi. Dice che la coltivazione dell'orzo si sta già spostando a nord, in Canada, mentre i ricercatori sperano di espandere la gamma dell'orzo con razze resistenti all'inverno.

"L'industria è già consapevole che la produzione di orzo si sta spostando", dice Swersey. "Dobbiamo pensare al futuro ed essere intelligenti su come sarà il nostro clima tra 50 o 100 anni".

Non sono solo i piccoli a pensare al cambiamento climatico. Il re della produzione di birra statunitense rimane Budweiser, che produce le marche numero 1 (Bud Light) e numero 3 (Budweiser) più vendute. Budweiser compra l'orzo da una vasta rete di agricoltori nel nord degli Stati Uniti e sta investendo in nuove razze di ceppi d'orzo resistenti alla siccità, secondo Jessica Newman, direttore dell'agronomia per Budweiser.

"Si tratta di ottenere le varietà giuste, il giusto mix e la giusta tecnologia per i nostri coltivatori", dice Newman dal suo ufficio di Idaho Falls, Idaho.

Dice che il laboratorio di scienze agrarie della Budweiser in Colorado sta lavorando su nuove varietà di orzo chiamate Voyager, Merit 57 e Growler.

"Stiamo selezionando per la resistenza alla siccità e ai germogli", ha detto Newman. "Se vediamo che le piogge arrivano prima, o se piove nel periodo sbagliato dell'anno, l'orzo può germogliare e non verrebbe utilizzato. Vogliamo anche che usi meno acqua e meno prodotti chimici agricoli".

Il climatologo Davis dice che lui e i suoi colleghi hanno scritto lo studio come un esercizio di pensiero per alimentare forse la conversazione su come il cambiamento climatico colpisce la nostra vita quotidiana.

"Un articolo sulla birra potrebbe sembrare un po' frivolo quando si tratta di un argomento che pone minacce esistenziali", ha detto Davis. "Ma alcuni di noi hanno un amore personale per la birra e hanno pensato che questo potrebbe essere interessante".

Il cambiamento climatico non modificherà solo il tempo; colpirà anche i nostri conti della spesa e i nostri hobby.

_____________

Articoli correlati

 

Restate sintonizzati! Le migliori idee per l'efficienza energetica e la transizione energetica...

 

 

L'autore

Eric Niilerè un giornalista freelance e scrittore collaboratore di WIRED,scrive di scienza, tecnologia, politica pubblica e argomenti medici.

 

 

 

 

 


Di Jürgen Ritzek

Ritzek

Juergen Ritzek è co-fondatore e direttore commerciale dell'EEIP. Juergen è responsabile della strategia, del marketing e dello sviluppo commerciale dell'EEIP e guida la crescita dell'EEIP verso una piattaforma di transizione energetica. Juergen guida la comunicazione e le relazioni B2B dell'EEIP e assicura la rilevanza dell'EEIP per le sfide della catena del valore (interaziendale) e per i processi decisionali interni (intraaziendale). Dopo una carriera internazionale in Unilever, ha fondato la rete europea di consulenza GBC (2009) e l'EEIP (2011).