Politica e regolamentazione Gestione dell'energia degli edifici

Nuova relazione del CCR: Sfruttare i molteplici vantaggi: valori nascosti nelle politiche ambientali e di costruzione

21 ottobre 2020 da Rod Janssen
Nuova relazione del CCR: Sfruttare i molteplici vantaggi: valori nascosti nelle politiche ambientali e di costruzione

Il Centro comune di ricerca (CCR) della Commissione europea ha recentemente pubblicato un nuovo importante studio di ricerca su come possiamo sfruttare i molteplici vantaggi derivanti dal miglioramento dell'efficienza energetica nelle nostre politiche edilizie.

 

 

 

I benefici non sfruttati/nascosti delle politiche ambientali sono enormi. Questa ricerca mette in evidenza e attribuisce un valore monetario ai benefici aggiunti per la nostra salute, la società e l'economia che gli investimenti ambientali e le politiche legate all'efficienza energetica possono apportare.

 

 

 

I risultati mostrano che le politiche verdi possono migliorare sia la nostra salute che l'economia e possono andare di pari passo. Questo studio fornisce una guida ai responsabili politici e decisionali nello sviluppo di una metodologia per l'inclusione di molteplici benefici in una valutazione costi/benefici della politica di efficienza energetica. Si prevede che fornire una comprensione macroeconomica dei più ampi benefici dell'efficienza energetica negli edifici incoraggerà i decisori politici e gli investitori a sviluppare e quantificare i benefici di politiche e programmi di efficienza energetica più efficaci e a guidare livelli più elevati di ristrutturazione, sostenendo così l'ondata di rinnovamento dell'UE.

 

 

 

Questo Rapporto fornisce alla CE, alle amministrazioni nazionali responsabili dell'attuazione delle politiche di efficienza energetica dell'UE (come la Direttiva sul rendimento energetico degli edifici (EPBD)) negli Stati membri e ad altri decisori che cercano di includere molteplici benefici nelle loro politiche, nei programmi edilizi e nei programmi finanziari:

 

- Informazioni suibenefici identificati:

 

- Una metodologia per unamaggiore considerazione di benefici più ampi, in particolare nel calcolo dei requisiti minimi di prestazione energetica ottimali in funzione dei costi ai sensi della direttiva EPBD; e

 

- Un toolkit per calcolare e quantificare/misurare il valore monetario di questi impatti, dal punto di vista della politica e degli investitori.

 

 

 

Questo è un importante rapporto che sostiene l'obiettivo generale dell'European Green Dealdi rendere l'Europa neutrale dal punto di vista climatico nel 2050.

 

 

 

Il rapporto è disponibile qui.

 


Di Rod Janssen

Janssen

Rod Janssen è il Presidente dell'Efficienza Energetica nei Processi Industriali (EEIP). Rod è anche membro di vari Steering Group e consigli di amministrazione come l'ICP Europe Steering Group, il SEIF advisory board e il consiglio di amministrazione dell'ECEEE.


Contenuti correlati