Evoluzione del finanziamento dell'efficienza energetica

17 September 2018 da Dr. Steven Fawkes
Evoluzione del finanziamento dell'efficienza energetica

Rod Janssen: MEEF è il più grande fondo pubblico-privato di efficienza energetica in Europa. Dice che c'è ancora molta strada da fare per ristabilire l'equilibrio tra l'offerta e la domanda di energia. C'è anche molta più chiarezza sulle reali barriere al finanziamento dell'efficienza energetica, dice. Janssen dice che l'efficienza energetica dovrebbe essere una parte importante del movimento della finanza verde. Il pericolo è che riceve meno attenzione perché è più difficile che finanziare le rinnovabili, sostiene. Negli ultimi anni è stata riconosciuta l'importanza dei benefici non energetici. È diventato chiaro che c'è

c'è bisogno di un qualche tipo di assistenza per sviluppare progetti per renderli investibili che ci sarà nel caso di LEEF. E non c'è dubbio che il rapporto tra conferenze e offerte sta migliorando, ma naturalmente c'è ancora molto tempo per andare fino a quando il finanziamento dell'efficienza energetica è main-streaming finanza efficienza energetica sta diventando più importante.


Contenuti correlati   #domanda di energia  #transizione energetica  #illuminazione 


Pubblicato per la prima volta qui.

Il 9 luglio ho partecipato al lancio del Mayor of London's Energy Efficiency Fund (MEEF), un fondo pubblico-privato di 500 milioni di sterline per l'efficienza energetica istituito dalla Greater London Authority e gestito da Amber Infrastructure. Mi è tornata in mente una giornata simile nell'ottobre 2011, quando ho partecipato al lancio del London Energy Efficiency Fund (LEEF).

Il MEEF rappresenta la scala dell'ambizione di Londra ed è un passo avanti significativo nel livello di fondi specificamente disponibili per progetti di efficienza energetica. Il MEEF è il più grande fondo pubblico-privato per l'efficienza energetica in Europa. È stata un'occasione appropriata per riflettere su alcuni dei cambiamenti significativi nel pensiero e nella pratica del finanziamento dell'efficienza energetica nei sette anni trascorsi tra il lancio di LEEF e MEEF. (Nell'interesse della piena divulgazione ho servito come membro indipendente del comitato di investimento di LEEF dal 2014).

Prima di tutto c'è un maggiore riconoscimento dell'importanza dell'efficienza energetica nel raggiungimento degli obiettivi climatici. In questi giorni la CE parla di "efficienza prima di tutto", che è un cambiamento significativo. Chiaramente c'è ancora molta strada da fare per ristabilire l'equilibrio tra offerta e domanda di energia, ma le cose sono migliorate.

C'è anche molta più chiarezza sulle reali barriere al finanziamento dell'efficienza energetica. Nel 2011 c'era ancora la percezione che il problema principale fosse la "mancanza di finanziamenti" e che la semplice fornitura di fondi avrebbe portato a un flusso di progetti finanziati. La realtà si è rivelata diversa. Diversi fondi in Europa sono stati istituiti e hanno avuto difficoltà a distribuire i fondi a causa della mancanza di progetti bancabili ben sviluppati. È diventato chiaro che c'è bisogno di un qualche tipo di assistenza per sviluppare progetti per renderli investibili, cosa che ci sarà nel caso del MEEF. LEEF ha utilizzato con successo i fondi attraverso sforzi consistenti e significativi per lavorare con gli sviluppatori e i proprietari dei progetti per sviluppare i progetti fino all'attuazione. Lo sviluppo dei progetti è la vera lacuna che dobbiamo colmare per trasformare la risorsa dell'efficienza energetica in beni produttivi che generano ritorni economici e ambientali.

Negli ultimi anni l'importanza dei benefici non energetici, che sono spesso più strategici e più preziosi dei risparmi sui costi energetici, è stata riconosciuta attraverso il lavoro di Catherine Cooremans e altri, così come dall'Agenzia Internazionale dell'Energia. Valutare e vendere i benefici non energetici è una necessità critica. Molti progetti di efficienza energetica sono incorporati in progetti più grandi realizzati per altre ragioni, come l'adeguamento degli edifici agli standard moderni, e qualsiasi politica o programma di finanziamento deve riconoscerlo.

Abbiamo visto lo sviluppo e l'introduzione di diversi strumenti che sostengono il finanziamento dell'efficienza energetica. Questi includono l'Investor Confidence Project, originariamente sviluppato per gli edifici e ora disponibile in Europa per l'industria, l'illuminazione stradale e l'energia distrettuale. (ICP in Europa è stato sostenuto da Horizon 2020). ICP ha introdotto il concetto di standardizzazione per lo sviluppo e la documentazione del progetto, nonché un sistema di certificazione per i progetti, Investor Ready Energy Efficiency™. Il lavoro dell'Energy Efficiency Financial Institutions Group (EEFIG) che sviluppa un database di 10.000 progetti (la Derisking Energy Efficiency Platform, DEEP) e l'Underwriting Toolkit, sono strumenti utili per chi sviluppa programmi di finanziamento o fondi.

L'ultimo anno o giù di lì ha visto alcuni sviluppi significativi, tra cui l 'Iniziativa ipotecaria per l'efficienza energetica EMF-ECBC che sta riunendo molte istituzioni finanziarie per costruire un meccanismo ipotecario paneuropeo standardizzato che incentiverà le persone a migliorare l'efficienza energetica delle loro case attraverso un finanziamento preferenziale. Il progetto EU-PACE, (come l'iniziativa ipotecaria sostenuta da Horizon 2020), sta lavorando per introdurre il finanziamento di misure di efficienza energetica attraverso le tasse di proprietà. Negli Stati Uniti il mercato PACE è decollato nel settore residenziale e commerciale. È significativo che il mercato PACE negli Stati Uniti abbia visto una serie di transazioni sul mercato secondario con portafogli di prestiti PACE rifinanziati attraverso la cartolarizzazione. La creazione di un mercato secondario abbastanza grande per il mercato delle obbligazioni verdi rimane un santo graal.

Un importante cambiamento positivo negli ultimi due anni è stato il rapido aumento dell'attività nel finanziamento verde, in particolare il coinvolgimento delle banche centrali. In definitiva, l'azione dei regolatori bancari per affrontare i rischi sistemici nel sistema finanziario può avere più effetto sui livelli di efficienza energetica rispetto alle politiche o ai regolamenti energetici tradizionali. L'efficienza energetica dovrebbe essere una parte importante del movimento della finanza verde - il pericolo è che riceva meno attenzione perché è più difficile del semplice finanziamento delle energie rinnovabili. L'iniziativa Energy Efficient Mortgage è un ottimo esempio di come affrontare insieme l'efficienza energetica e il mercato della finanza verde.

Quindi in sette anni il mercato del finanziamento dell'efficienza energetica si è evoluto - è cresciuto in comprensione, capacità e scala. Ero solito usare una citazione di un banchiere negli Stati Uniti che diceva "il problema del mercato dei finanziamenti per l'efficienza energetica è che il rapporto tra conferenze e accordi è troppo alto". Non c'è dubbio che il rapporto stia migliorando, ma naturalmente c'è ancora una lunga strada da percorrere prima che il finanziamento dell'efficienza energetica diventi la norma.

_____________

Articoli correlati

 

Restate sintonizzati! Le migliori idee per l'efficienza energetica e la transizione energetica...