Gestione dell'energia degli edifici

Come i miglioramenti dell'efficienza energetica possono beneficiare i proprietari e gli inquilini degli edifici

31 gennaio 2020 da Kerry Kilpatrick
Come i miglioramenti dell'efficienza energetica possono beneficiare i proprietari e gli inquilini degli edifici

Se un aggiornamento dell'edificio per l'efficienza energetica non va a vantaggio sia del proprietario che dell'inquilino - specialmente con un contratto di locazione a tripla rete - spesso è più facile lasciare le cose come sono, anche se questo significa perdere denaro per l'energia sprecata!

Recentemente il presidente di E3 Prime Environment, CurtMonhart, ha fatto un giro in un'azienda con un'alta bolletta mensile. Il responsabile della sostenibilità si è concentrato sulla riduzione degli sprechi energetici e sulla diminuzione dei costi complessivi delle utenze. L'azienda voleva soluzioni immediate!

Durante la visita Monhart si è reso conto che la semplice sostituzione del sistema HVAC obsoleto e l'aggiornamento dell'illuminazione obsoleta esistente avrebbero prodotto un risparmio significativo. Anche se i risparmi energetici sarebbero stati facili da ottenere, bisognava prima superare un'enorme barriera. È la barriera nota come "incentivo diviso". In poche parole, il proprietario dell'edificio sarebbe responsabile del pagamento degli aggiornamenti, ma l'inquilino raccoglierebbe tutti i benefici finanziari della riduzione dell'uso di energia.

Split Incentive... Se non sei tu a pagare la bolletta, probabilmente stai usando più energia.

Una semplice spiegazione dell'incentivo diviso è questa: quando il proprietario di un edificio è responsabile del pagamento delle spese energetiche, c'è un forte incentivo ad utilizzare l'ultima tecnologia di efficienza energetica che lascia gli inquilini con poco incentivo a risparmiare energia perché non vedono mai una bolletta. D'altra parte, se gli inquilini stanno pagando per l'energia, hanno un incentivo a ridurre il loro uso di energia, ma il proprietario dell'edificio ora ha zero incentivi a fornire loro l'ultima tecnologia efficiente dal momento che non ricevono alcun beneficio finanziario!

Se una ristrutturazione energetica non avvantaggia sia il proprietario dell'edificio che l'inquilino, è molto più facile non fare nulla!

L'azienda con cui Monhart si è incontrato è un inquilino che affitta il suo edificio. Il contratto di locazione è a tripla rete, il che significa che gli inquilini sono responsabili di tutte le spese non legate alla struttura dell'edificio. Se gli inquilini vogliono essere più efficienti dal punto di vista energetico, devono pagare per tutti gli aggiornamenti, o comprare il contratto d'affitto e cercare una proprietà più efficiente dal punto di vista energetico - entrambe proposte costose. Se il padrone di casa non riceve nessuno dei benefici dall'installazione di attrezzature efficienti dal punto di vista energetico, qualsiasi progetto di aggiornamento della tecnologia energetica è molto probabilmente un non-starter a causa del costo aggiunto.

Ciò di cui c'è bisogno è una soluzione in cui entrambe le parti beneficiano!

La soluzione - il finanziamento del progetto energetico del proprietario dell'edificio pagato dai risparmi energetici degli inquilini!

Cosa succederebbe se il proprietario dell'edificio potesse finanziare un aggiornamento energetico efficiente senza usare alcuno dei propri contanti e avere il finanziamento pagato dai risparmi energetici dell'inquilino senza alcun aumento del suo affitto mensile e delle spese di utilità?* Una grande vittoria per entrambe le parti!

Il proprietario dell'edificio beneficerebbe del "vantaggio verde" GRATUITO che include:

  • Aumento del valore della proprietà
  • Diminuzione dei tassi di sfitto
  • Aumento dei tassi di affitto
  • Minimizzazione del turnover degli inquilini
  • Maggiore comfort dell'inquilino
  • Aumento della produttività in un ufficio o in una struttura industriale

Gli inquilini beneficiano della riduzione dei costi energetici e di un ambiente più confortevole. Una vera soluzione win-win!

La soluzione win-win è resa possibile da un programma di finanziamento noto come Property Assessed Clean Energy(PACE). Esso fornisce l'opportunità perfetta per superare la barriera dell'incentivo a ripartizione.

In un progetto PACE il costo del prestito è pagato dagli inquilini attraverso una valutazione speciale proporzionale sull'imposta di proprietà. Tuttavia, con un aggiornamento dell'efficienza energetica PACE, le loro bollette sono inferiori a questo costo, con un risultato vantaggioso per il proprietario e gli inquilini. Il proprietario ottiene un edificio efficiente dal punto di vista energetico con un valore di mercato più alto, un aumento dell'occupazione e dei tassi d'affitto, e gli inquilini vedono un costo d'affitto complessivamente inferiore.

Uno degli ingredienti chiave del programma PACE è che la maggior parte dei progetti finanziati devono essere positivi al flusso di cassa. Quando i benefici del programma PACE vengono spiegati ai proprietari di edifici, la risposta tipica è "Perché mai non dovrei farlo?

"...gli incentivi divisi tra proprietari di edifici e inquilini creano un problema per incoraggiare l'efficienza energetica".

Il programma PACE rende possibili significativi progetti di miglioramento dell'efficienza energetica grazie alle molte barriere finanziarie che è stato progettato per superare. Questo include il finanziamento al 100%, il non ricorso e la possibilità di vendere la proprietà senza dover pagare il prestito.

E in molti casi un prestito PACE può essere considerato "fuori bilancio". Essendo classificato come una spesa invece di una passività a lungo termine, questo salva la capacità di prestito del proprietario per altri progetti.

Il finanziamento PACE aiuta a superare l'incentivo diviso che impedisce a molti proprietari di edifici di lanciare progetti di rinnovamento dell'efficienza che spesso sono in ritardo. Se volete maggiori dettagli sul finanziamento del vostro progetto di ristrutturazione energetica con Property Assessed Clean Energy potete scaricare ilrapportogratuitocliccando QUI.


Di Kerry Kilpatrick

Kilpatrick

Kerry Kilpatrick è il Corporate Social Media Director di EAG, l'Energy Alliance Group of North America, una società di soluzioni energetiche e di recupero dei costi che adotta un approccio "olistico" per ridurre i costi energetici, idrici e operativi di un'azienda.


Contenuti correlati